26 Febbraio 2017

Ascensore rotto, disabile presa in braccio

    Ascensore rotto, disabile presa in braccio

    LADISPOLI Presa in braccio per poter uscire dalla stazione di Ladispoli. E’ la disavventura accaduta ieri mattina a una disabile di 50 anni, rimasta intrappolata sui binari per il mancato funzionamento dell’ ascensore dopo essere scesa dal treno proveniente da Roma. Solo l’ aiuto di alcuni pendolari che hanno aiutato la donna a scendere le scale del sottopasso ferroviario, trasportando anche la sedia a rotelle, ha evitato che rimanesse abbandonata sulle banchine. IL PROBLEMA L’ episodio, che ha suscitato sdegno nel popolo dei social, ha riproposto il problema dei ripetuti guasti all’ ascensore nella stazione di Ladispoli dove è impossibile raggiungere i binari per i portatori di handicap e tutte le persone con problemi di deambulazione. Comprese le mamme con i passeggini che non riescono a salire gli scalini delle rampe che conducono ai binari. Da tempo i pendolari lamentano come l’ impianto sia spesso fuori servizio, segnalando come i guasti avvengano sempre nelle giornate di pioggia. L’ acqua potrebbe penetrare nei circuiti elettrici, provocando l’ immediato spegnimento per motivi di sicurezza. Rullano i tamburi delle associazioni di consumatori. «Quello che è accaduto dice il coordinatore del Codacons del litorale, Angelo Bernabei è vergognoso. Sono mesi che il popolo dei pendolari protesta per il funzionamento a singhiozzo dell’ ascensore che viene utilizzato anche dagli anziani che non riescono a scendere le scale. Siamo pronti a presentare ancora una volta un esposto all’ autorità giudiziaria ed alla Regione Lazio per interruzione di pubblico servizio». Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox