19 Gennaio 2020

Arrestato per stalking Interviene il Codacons

a finire in carcere un marocchino di 27 anni che continuava a perseguitare la sua ex fidanzata
LECCO Il Codacons Lecco interviene dopo l’ arresto, effettuato dagli agenti della Squadra Mobile lariana, di un cittadino marocchino di 27 anni anni che ha continuato a perseguitare la sua ex compagna 36enne nonostante non avrebbe dovuto neppure avvicinarsi a lei, perché già a novembre il giudice aveva firmato un divieto di avvicinamento. In una occasione l’ ha anche picchiata, ma fortunatamente lei è riuscita a divincolarsi, scappare e chiedere aiuto. «È l’ ennesima storia di violenza verso le donne – commenta il presidente dell’ associazione, Marco Maria Donzelli -. Purtroppo la quasi totalità delle vittime non sporge denuncia, passo considerato controproducente, pericoloso per l’ incolumità personale. La maggior parte delle vittime tende a sottovalutare il pericolo di molti gesti, aggressioni verbali o fisiche. Ricordiamo che il cosiddetto “Codice Rosso”, ovvero la legge numero 69 del 2019, ha introdotto nuove misure anti-stalking inasprendo le pene fino a 6 anni e mezzo di carcere». «Il nostro sportello anti-stalking – prosegue il presidente di Codacons Lecco – ha come obiettivo quello di offrire sostegno e assistenza. Quindi non abbiate paura, chiamate il numero verde 02/29419096 oppure scrivete a info@codaconslombardia.it». E nel caso più recente, proprio grazie alla richiesta di aiuto della vittima e in base agli elementi raccolti dagli investigatori della Mobile del comandante Danilo Di Laura, il pubblico ministero incaricato del caso ha ottenuto dal Gip un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere. Pochi giorni fa i poliziotti hanno così rintracciato il 27enne a Cisano Bergamasco, dove lavora, e lo hanno trasferito a Pescarenico. Susanna Zambon © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox