4 Giugno 2008

Aree di sosta in regola: in città non cambierà nulla

NON avrà ripercussioni in città la sentenza di pochi giorni fa con la quale il Tar del Lazio ha annullato una delibera emessa nel 2004 dal Comune di Roma. L`Amministrazione capitolina aveva istituito nuove strisce blu nel quartiere Ostiense ma i giudici hanno ritenuto non giustificato il motivo per ridurre le aree di parcheggio gratuite. La sentenza ha accolto un ricorso del Codacons con soddisfazione anche del nuovo sindaco Gianni Alemanno che ha sospeso la tariffazione oraria in tutto il territorio del comune di Roma. PER SENIGALLIA – dove anche nel recente “Consiglio grande“ sul centro storico si è più volte attirata l`attenzione sui parcheggi a pagamento con svariate opinioni – non cambierà niente. Quindi nessuna possibilità per gli automobilisti di veder scomparire, se pure parzialmente, qualche striscia blu. Lo afferma l`assessore comunale alla mobilità, Simone Ceresoni (foto). Assessore Ceresoni, la sentenza del Tar del Lazio porterà conseguenze sulla regolamentazione della sosta anche a Senigallia? “Per quanto ci riguarda direi proprio di no. L`Amministrazione comunale ha infatti seguito le disposizioni relative al codice della strada in materia di parcheggi a pagamento. Non abbiamo predisposto stalli con strisce blu in maniera indiscriminata in tutta la città ma seguendo delle direttive ben precise“. Quali i criteri seguiti? “Nella individuazione degli stalli blu con ticket orario, abbiamo abbinato infatti anche parcheggi senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta sia in prossimità del centro storico – come ad esempio nella zona dello stadio comunale – sia sui lungomari. L` obbligo di questa attenzione non sussiste per le aree pedonali, per le Zone a traffico limitato, nonchè per quelle “A“ cioè dove vige un rapporto ben preciso tra insediamenti, verde pubblico e parcheggi in rapporto con gli abitanti. Stessa esenzione anche per altre zone di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta comunale nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico. Noi ci siamo attenuti. Probabilmente se avessimo regolamentato con la sosta a pagamento le aree esterne ai centri commerciali come suggeriva qualche forza politica di minoranza, avremmo dovuto ritirare il provvedimento“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox