fbpx
17 Novembre 2019

ArcelorMittal: Codacons chiede a Procure di Taranto e Milano di arrestare dirigenti dell’azienda

 

Agenpress. Valutare l’arresto dei dirigenti di ArcelorMittal e procedere subito al sequestro dei beni dell’azienda, bloccando i contratti in corso in Italia e pignorando i crediti presso i contraenti. A chiederlo il Codacons, che domani presenterà in tal senso una nuova istanza alle Procure di Milano e Taranto che già indagano su ArcelorMittal.

Crediamo che, a fronte dei possibili gravi reati a danno dell’economia nazionale per cui già la magistratura prima a Milano e poi a Taranto ha aperto apposite indagini, si debbano valutare misure estreme come l’arresto dei dirigenti di ArcelorMittal responsabili della grave situazione che rischia di avere conseguenze pesantissime per il paese – spiega il Codacons – Domani presenteremo una apposita istanza alle Procure di Taranto e Milano in cui si chiede di disporre il sequestro urgente di tutti i beni mobili e immobili di proprietà di ArcelorMittal e quelli privati dei dirigenti della società, oltre che il blocco dei contratti in corso e il pignoramento dei crediti che l’azienda vanta presso terzi, a garanzia dei dovuti indennizzi che dovranno essere riconosciuti allo Stato Italiano nel caso siano accertati reati o illeciti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox