23 Marzo 2020

ANZIO: PER 60ENNE POSITIVO CHE NON HA RISPETTATO ISOLAMENTO CODACONS CHIEDE ARRESTO IMMEDIATO E INCRIMINAZIONE PER REATI DI EPIDEMIA COLPOSA E ATTENTATO ALLA SALUTE PUBBLICA

     

    ESPOSTO A PROCURE DI ROMA E VELLETRI

    Il cittadino 60enne di Anzio positivo al coronavirus che il 21 marzo scorso, nonostante l’isolamento domiciliare, è stato individuato dalle forze dell’ordine a Lavinio mentre passeggiava con il proprio cane, dovrà essere arrestato e indagato per i reati di epidemia colposa e delitti colposi contro la salute pubblica. A chiederlo il Codacons, che presenta oggi un esposto alle Procure della Repubblica di Roma e Velletri.
    Il comportamento del cittadino in questione è paragonabile a quello di chi, nonostante sappia di avere l’Aids, ha rapporti non protetti con altre persone, mettendo a rischio la salute di una pluralità di soggetti – spiega il Codacons – Per tale motivo abbiamo chiesto oggi alle Procure di Roma e Velletri di disporre il carcere per il 60enne di Anzio e l’incriminazione per i gravi reati di epidemia colposa e delitti contro la salute pubblica, ai sensi degli art. 438 e 452 del codice penale.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox