23 Gennaio 2020

Anziano morto a Modica, medico indagato

anche l’ asp di ragusa ha avviato un’ indagine su quanto accaduto
Verrà eseguita oggi, nell’ obitorio dell’ ospedale Maggiore di Modica, l’ autopsia sul pensionato modicano morto domenica scorsa nella sua abitazione dopo tre ore dalle dimissioni dal pronto soccorso. Sarà il medico legale Fran Dopo una vita dedicata alla famiglia e all’ insegnamento, la mattina del 12 gennaio all’ Ospedale San Raffaele di Cefalù, è venuta a mancare su questa terra mamma MARIA AURORA LO JACONO Lasciando un dolore incolmabile nel mio cuore. La figlia Valeria I familiari lo ricordano con immutato affetto. cesco Coco ad eseguire l’ indagine con al fianco l’ infettivologo Francesco Zipper. I due professionisti, incaricati dal sostituto procuratore della Repubblica del tribunale di Ragusa, Marco Rota, dovranno accertare eventuali responsabilità sul decesso di Giorgio Giurdanella, 82 anni, trovato morto dal figlio che ha denunciato l’ accaduto ai carabinieri della compagnia di Modica. Come atto dovuto, per l’ esame irripetibile, è stato iscritto nel registro degli indagati il medico del pronto soccorso del Maggiore, C. P., per il reato di omicidio colposo e Nella ricorrenza della scomparsa, la nuora Velia Scirè ed i nipoti Fabio con Valentina, Luca, Davide e Manuela ne commemorano la figura, nel ricordo della sua operosa dedizione alla famiglia ed al lavoro. responsabilità colposa per morte in ambito sanitario. L’ anziano, affetto da patologiepregresse, fra cui un enfisema polmonare diffuso, sabato scorso era stato accompagnato al pronto soccorso dal figlio dopo una caduta. Lunga l’ attesa, ben 11 ore, prima che venisse sottoposto agli accertamenti diagnostici. Poi le dimissioni, con l’ invito a tornare il giorno successivo per una consulenza infettivologa. Ma domenica è stato trovato privo di vita nella sua abitazione. Da un primo esame del medico necroscopico sarebbe morto nella notte, tre ore circa dopo le dimissioni. Il figlio della vittima si è affidato allo Studio3A-Valore Spa per fare valere le proprie perplessità. E se il Codacons ha annunciato di volersi costituire parte offesa nel caso di un prosieguo dell’ azione giudiziaria, il direttore generale dell’ Asp 7 di Ragusa, Angelo Aliquò ha chiesto alla direzione sanitaria dell’ ospedale Maggiore una relazione sui fatti accaduti. Anche dall’ assessorato regionale alla Sanità c’ è un’ analoga richiesta di accertamento.(* PI D*)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox