12 Aprile 2010

Anziana sbranata da un rottweiler

Codacons «Adesso dimissioni della Martini che ha eliminato la black list» le razze pericolose

MILANO Hanno aperto quel cancello senza rendersi conto del pericolo, forse quel cane lo conoscevano, o forse si sono impietosite vedendolo solo e senza cibo. Ma quando hanno oltrepassato il recinto dove era rinchiuso, le ha aggredite, azzannandole alla testa e alla gola. Da sabato in ospedale c’ è una donna di 80 anni, con ferite alla testa e alla gola, e rischia di morire, un’ altra con le stesse ferite è in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. La terza anziana coinvolta ha solo assistito alla scena e ha chiamato aiuto. E’ arrivato un carabiniere fuori servizio che per liberare la donna ha sparato quattro colpi di pistola contro l’ animale e l’ ha ucciso. Tutto è successo a Piano di Gaverina Terme, nel Bergamasco, erano le cinque e mezza del pomeriggio di sabato due anziane cognate, P. R. di 84 anni e T. L. di 81 anni, erano nella proprietà di un parente e si sono avvicinate al recinto del cane per dargli da mangiare. Non si sa quale sia stato il fattore scatenante, e non si sa ancora se il proprietario fosse in casa. Quanto l’ animale si è lanciato sulla donna più anziana azzannandola la cognata ha tentato di difenderla, ma è stata aggredit anche lei. Il rottweiler ha quindi trascinato la prima vittima in una casupola. La terza donna che ha visto quello che stava accadendo ha fermato un auto e l’ automobilista è intervenuto in aiuto delle due anziane, con un bastone per picchiare il cane e poi ha provato ad annodargli al collo una canna di gomma per innaffiare il giardino, ma il rottweiler gli si è rivoltato. E’ in quel momento che è intervenuto un carabiniere sparando al cane. Come accade sempre in questi casi adesso tutti i rottweiler sono sotto accusa, anche se dovrebbe esserlo il proprietario del cane, e pronta è stata la richiesta del Codacons di ripristinare l’ elenco delle razze pericolose, tra le quali appunto i rottweiler e «obbligo del patentino per i proprietari di questi cani: ora, infatti, è obbligatorio solo ex post, dopo che il cane ha già dimostrato al veterinario di essere aggressivo e pericoloso, ossia dopo che ha morsicato e ridotto in fin di vita qualcuno». Ma il Codacons va oltre e in una nota si legge: «Quello che è successo sabato è l’ ennesima drammatica dimostrazione che i cani non sono tutti uguali, come ha voluto sostenere il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini che nella sua ordinanza ha tutelato il presunto diritto dei cani alla loro supposta uguaglianza invece della salute degli esseri umani, confondendo peraltro l’ aggressività dei cani con la loro pericolosità. Questa vicenda è la dimostrazione del fallimento di questa ordinanza, che, equiparando i rottweiler ai cocker, ha solo confermato il fanatismo animalista che l’ ha originata». Poi l’ associazione consumatori chiede le dimissioni del Sottosegretario alla Salute Francesca Martini, «che ha la responsabilità di aver cancellato senza giustificazione alcuna la lista delle 17 razze ritenute potenzialmente più pericolose, tra le quali appunto il rottweiler, eliminando conseguentemente tutti i rimedi collegati a questa lista, dall’ obbligo per i padroni di questi cani di condurli sia con il guinzaglio che con la museruola a quello di stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi». Ma in questo caso il proprietario comunque è tutelato, visto che il cancello del recinto era chiuso e il cane non è uscito dalla proprietà per aggredire le donne.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox