14 Ottobre 2021

Anziana muore sbranata da due cani nel cortile dei vicini di casa

 

 

 

Sbranata da due cani, due Almstaff, nel cortile di una villetta a poche centinaia di metri dalla propria abitazione. È stata la tragica fine di Carla Gorzanelli, 89enne di Sassuolo, provincia di Modena. Ancora non è chiaro perché la vittima sia entrata nella villetta. Secondo una prima ricostruzione del figlio, l’anziana avrebbe eluso la sorveglianza della badante e sarebbe scesa in strada, entrando nel cortile forse per chiedere aiuto. Ma qui la sua vita è stata spezzata dai cani che l’hanno assalita e uccisa. Purtroppo questo è l’ultimo episodio di tanti: sono circa 70mila i casi di aggressione ogni anno, stando a un rapporto Codacons del 2017. Tornano alla ribalta temi quali la supposta aggressività di alcune tipologie di cani e la necessità di assicurazioni per i loro padroni.”I dati scientifici che abbiamo fino a ora dicono che non c’è corrispondenza tra numero di aggressioni e alcune razze specifiche”, spiega il veterinario comportamentista Daniele Merlano. “È ovvio che cani di grossa taglia come i molossoidi possono causare lesioni più gravi – aggiunge -, ma è un di-scorso superficiale”.Per Merlano infatti le cause per l’aggressività di un cane possono essere le più svariate,”a partire da quella più frequente, la paura o per mancanza di socializzazione”. Negli ultimi anni i casi sono stati tantissimi. Ultimo, in ordine di tempo, quello di Simona Cavallaro, ventenne aggredita e uccisa da una decina di cani di grossa taglia a Satriano, in provincia di Catanzaro, dove si trovava in gita con amici.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox