13 Settembre 2021

Anziana cade in una buca e si rompe il braccio, pronta una causa contro il Comune

È caduta in strada a causa della cattiva manutenzione della strada. A farne le spese una anziana 82enne di Roma che si è rivolta al Codacons per ottenere assistenza legale. Il caso viene raccontato dall’associazione, che sta preparando le carte per una azione risarcitoria contro Roma Capitale.
Lo scorso agosto L.B. (queste le iniziali dell’anziana signora, che risiede nella zona di Valle Muricana) si ritrova a percorrere via di Vigna Stelluti quando, in prossimità del civico 22, si imbatte in “un profondo dislivello dell’asfalto”, ricostruisce il Codacons: inevitabile per la donna la caduta a terra che, purtroppo, avrà conseguenze pesanti.

A seguito dell’urto con l’asfalto l’anziana si ritrova immobilizzata a terra e impossibilitata a muoversi, a causa di fortissimi dolori al braccio e alle gambe. Contatta il figlio che interviene sul posto e la conduce al Policlinico Gemelli, dove viene visitata dai medici del pronto soccorso.

Il referto dei medici dell’ospedale non lascia spazio ai dubbi: trauma contusivo all’anca destra e frattura metafisaria prossimale dell’omero destro, con 35 giorni di prognosi. Viene inoltre suggerito a L.B. un trattamento chirurgico della frattura ma la donna rifiuta preferendo applicare tutore stabilizzante. “Tra pochi giorni l’anziana dovrà iniziare un percorso di riabilitazione e fisioterapia per tornare a muovere correttamente braccio e anca”, spiega ancora il Codacons.

Un episodio che ora sfocerà in una richiesta risarcitoria nei confronti del Comune di Roma: il Codacons sta preparando infatti le carte per avviare “una causa nei confronti dell’amministrazione capitolina, volta a far ottenere alla protagonista della grave caduta il giusto indennizzo per i danni materiali e morali subiti”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox