19 Settembre 2012

Anziana aggredita da un rottweiler

Anziana aggredita da un rottweiler

Alessandro Mazzaro Pontecagnano. Tragedia sfiorata nella tarda mattinata di ieri in via Picentino. Una donna di 86 anni, residente in zona, è stata aggredita da un cane di razza rottweiler mentre rientrava a casa dopo una piccola passeggiata. L’ animale, legato al guinzaglio, si è scaraventato sull’ anziana signora facendola cadere a terra e procurandole una ferita profonda alla parte inferiore della gamba sinistra, con conseguente emorragia. L’ intervento immediato dei residenti di quello che è il centro storico di Pontecagnano ha evitato il peggio. Successivamente la donna, che non ha mai perso conoscenza, è stata condotta dai volontari dell’ Humanitas presso il pronto soccorso dell’ ospedale di San Leonardo dove è stata medicata. Se la caverà con qualche giorno di convalescenza. Sotto choc la proprietaria del cane, residente anche lei in via Picentino, che ha accompagnato personalmente l’ anziana al San Giovanni di Dio e Ruggi D’ Aragona. Nessun provvedimento è stato preso nei confronti del cane, per il quale dovrebbe agire l’ Asl di riferimento, ma solo dopo una denuncia formale, non pervenuta finora, da parte della vittima alle forze dell’ ordine. Provati dall’ accaduto anche i tanti abitanti della zona: «Mi sono piombata fuori non appena ho sentito quella donna gridare ? afferma una di loro – e l’ ho vista in un lago di sangue. Per fortuna sono arrivati i miei vicini a soccorrerla e a tenerla calma prima che arrivasse l’ ambulanza. Abbiamo temuto il peggio». «Non sono riuscita a chiudere occhio ? aggiunge un’ altra residente ? ho sempre in mente quella scena. Conosciamo bene la signora visto che tutti i giorni passa da qui per andare a fare la spesa o in chiesa». Secondo le testimonianze dei presenti sembra che il cane non abbia mai dato in passato segni fi ferocia. «Pochi attimi prima dell’ aggressione era tra le braccia della padrona che giocava. Ci dispiace anche per lei, è una brava persona ed è sconvolta per quanto successo». Un «raptus» inspiegabile che ripropone, ancora una volta, la polemica sulla normativa in materia di razze canine ritenute «pericolose». Duro il Codacons: «Si tratta dell’ ennesima aggressione di un rottweiler, secondo solo al pitbull per numero di aggressioni gravi, che dimostra come l’ abolizione, da parte del sottosegretario alla Salute Francesca Martini gGoverno Berlusconi), della vecchia ordinanza Turco che stabiliva l’ obbligo per i padroni di pitbull e rottweiler di condurre i cani sia con il guinzaglio che con la museruola nei luoghi aperti al pubblico, sia stata una scelta irresponsabile. Non si trattava, infatti, di un maltrattamento, considerato che è sempre stato ed è tuttora in vigore il regolamento di polizia veterinaria che già prevede questo doppio obbligo per i cani condotti nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto. Ma, come dimostra l’ episodio di oggi, è nelle strade e nei parchi che la mancanza della museruola si traduce in aggressioni, spesso di cani più piccoli, uccisi da quelle famose 17 razze ritenute potenzialmente più pericolose dall’ allora ministro Sirchia». Chiara la richiesta avanzata dall’ associazione per i diritti dei consumatori: «Chiediamo il patentino obbligatorio per chi possiede una di queste 17 razze, dal pitbull al rottweiler. Chi possiede questi cani particolarmente potenti e robusti, con una presa incredibilmente salda, deve dimostrare di essere capace di addestrarlo». L’ ultimo episodio in ordine di tempo sul territorio pontecagnanese risale al 16 aprile scorso, quando un labrador di grossa taglia assalì il padrone 79enne in via Milano, zona Case Parrilli, mordendolo a sangue su entrambe le braccia e strappandogli alcuni pezzi di carne. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox