16 Giugno 2021

Antitrust:Tar,ok archiviazione esposto contro spot Nutella

Esposto proposto dal Codacons per olio di palma
ROMA
(ANSA) – ROMA, 16 GIU – Nessuna illegittimità nel provvedimento con il quale l’Antitrust a fine marzo 2018 archiviò la segnalazione del Codacons sull’esistenza di pratiche commerciali scorrette collegate alle campagne pubblicitarie realizzate dalla società Ferrero S.p.A. per la Nutella. L’ha deciso con sentenza il Tar del Lazio. In sostanza, il Codacons nel febbraio 2018 inoltrò una segnalazione all’Antitrust, evidenziando – ne dà conto lo stesso Tar in sentenza -: che la pubblicità della Ferrero era in grado di incidere pericolosamente su bambini e minori rassicurando che la Nutella potesse consumarsi senza limiti, non essendovi controindicazioni sul piano della salute; che studi condotti dall’ISS e dall’EFSA confermavano che l’olio di palma non fosse a rischio zero per la salute umana; che il vanto ambientalistico della Ferrero non era confortato sul piano dei fatti. A fine marzo 2018 l’Agcm archiviò la segnalazione per manifesta infondatezza; di qui, il ricorso adesso respinto. Il provvedimento è stato censurato per difetto di motivazione, ma per il Tar l’Autorità “ha compiuto le proprie valutazioni alla luce di un approfondito parere dell’Istituto Superiore di Sanità” alla luce del quale “ha escluso che i messaggi pubblicitari segnalati siano ingannevoli perché, come affermato dall’ISS, non esiste allo stato documentazione scientifica che smentisca la veridicità delle affermazioni contenute in tali messaggi”. Per i giudici amministrativi, quindi, “la determinazione impugnata è stata assunta sulla base di evidenze scientifiche che, oltre a smentire le affermazioni di parte ricorrente, connotano di esaustività la motivazione”. Il Tar ha anche evidenziato che nel ricorso “la parte ricorrente si dilunga nel rappresentare ‘le evidenze scientifiche sui rischi per la salute umana derivanti dal consumo di olio di palma’, così sollecitando non già un sindacato sulla motivazione del provvedimento bensì un inammissibile accertamento sulla presunta dannosità per la salute dell’olio di palma e, dunque, sulla presunta ingannevolezza del messaggio pubblicitario diffuso da Ferrero. Il Codacons, infatti, prospetta argomentazioni con cui, quanto alla correttezza dei messaggi pubblicitari, tenta di sostituire le proprie valutazioni a quelle svolte dall’Autorità, formulando censure che travalicano i limiti del sindacato consentito a questo giudice sugli atti di archiviazione, circoscritto alla verifica che l’Autorità abbia esaminato e si sia pronunciata sulla segnalazione presentata, valutando congruamente gli elementi acquisiti”. (ANSA).
YJ1-DOA/

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox