26 Marzo 2019

ANTITRUST: NUOVO PRESIDENTE RUSTICHELLI NON INCONTRA IL CODACONS

     

    DOPO RICORSO CONTRO NOMINA. CRITICHE DALL’ASSOCIAZIONE: ABUSO A DANNO DEI CONSUMATORI

    Il nuovo presidente dell’Antitrust, Roberto Rustichelli, rifiuta di incontrare il Codacons, rendendosi protagonista di uno sgarbo istituzionale e di un abuso a danno dei consumatori rappresentanti dall’associazione.
    Nei giorni scorsi il Codacons aveva chiesto un formale incontro al nuovo presidente dell’Autorità, al fine di individuare spazi di intervento degli Osservatori nella compliance Antitrust, fondamentali per poter svolgere con maggiore efficacia attività preventiva di controllo a tutela degli utenti. Ma la risposta pervenuta da Rustichelli è stata un netto rifiuto, motivato dal ricorso promosso dal Codacons contro la nomina ai vertici dell’Antitrust.
    Per il presidente dell’Autorità, infatti, “L’unico impatto della nomina impugnata riguarda le aspirazioni personali e professionali dell’avv. Rienzi e non certo i diritti dei consumatori, i quali, peraltro, in qualità di associati, non risultano, dalla documentazione prodotta in giudizio, essere stati coinvolti nella decisione circa la presentazione del ricorso – si legge nella memoria depositata al Tar – L’azione avversaria si mostra poi in palese contraddizione con il contegno assunto dal ricorrente, il quale, nella veste di Presidente del CODACONS, ha chiesto un incontro all’odierno esponente”.
    Peccato che il Codacons e lo stesso Rienzi abbiano promosso ricorso al Tar non certo contro Rustichelli, ma per il rispetto dei principi di trasparenza nella nomina dei vertici delle Autorità indipendenti, e basta leggere il ricorso per comprendere che nessun attacco personale è stato fatto all’eletto, bensì sono stati censurati gli aspetti procedimentali della nomina.
    “Evidentemente Rustichelli è così attaccato alla poltrona da pensare che una nomina così importante riguardi le aspirazioni professionali e personali, e non invece gli interessi della collettività e dei consumatori, che di certo vengono prima delle posizioni personali – afferma Carlo Rienzi – Il rifiuto del nuovo presidente Antitrust di incontrare il Codacons si traduce in un abuso a danno dei consumatori rappresentati dall’associazione, perché non vengono rispettati di doveri d’ufficio legati alla presidenza di una autorità così importante per gli utenti”.

    Documenti a disposizione dei cittadini:

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox