17 Luglio 2002

Antenne, stop dei giudici

Antenne, stop dei giudici

Il Codacons esulta, ma non ci sono le conferme

IL CASO L`associazione ha inviato una nota




PESCARA. Il ministero dell`Ambiente e il Codacons avrebbero vinto la battaglia contro le antenne Mediaset di San Silvestro colle. Ieri, l`associazione ha inviato a tutti gli organi di informazione un comunicato per far sapere che il Consiglio di Stato avrebbe rigettato la richiesta delle tv di Berlusconi di poter continuare a trasmettere senza ridurre la potenza. «Al consiglio di Stato» è scritto «si erano appellati gli avvocati della Rti (la società di Mediaset, ndr) contro la sentenza del Tar del Lazio che imponeva alle reti tv Mediaset la riduzione dei tetti di radiofrequenza al fine di tutelare la salute degli abitanti di San Silvestro colle».
La vicenda è cominciata un anno e mezzo fa quando l`allora ministro dell`Ambiente, Willer Bordon, a seguito dei controlli dell`Ispesl, impose con alcune ordinanze la riduzione delle potenze dei ripetitori delle emittenti che avevano superato i limiti di sicurezze dell`elettrosmog. Ma questi provvedimenti sono stati annullati tutti dai giudici dopo il ricorso delle emittenti.
«Gli abitanti di San Silvestro» ricorda l`associazione «protestarono vivamente per l`installazione delle antenne collocate in prossimità di case e scuole, antenne di proprietà della Rti e in loro difesa intervenne il Codacons. L`intervento dell`associazione era finalizzato a tutelare la salute dei residenti e ad evitare la nascita di una nuova Cesano».
Il comunicato poi prosegue: «La sesta sezione del Consiglio di Stato, presidente Giorgio Giovannini, ha rigettato la richiesta degli avvocati della Rti».
Gli avvocati del Codacons contattati telefonicamente a Roma hanno confermato questa versione, ma non hanno fornito ulteriori precisazioni. «Non ho le carte a disposizione in questo momento, telefoni domani», ha detto uno dei legali al giornalista che chiedeva spiegazioni.
Sta di fatto che una sentenza del genere potrebbe cambiare lo scenario a San Silvestro. Le emittenti che superano i limiti dell`elettrosmog potrebbero essere costrette a ridurre le potenze al di sotto dei 6 volt per metro, così come impone la legge. Fino ad oggi non è riuscito nessuno a farla rispettare.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox