1 Aprile 2007

“Antenne di Bissuola tutte fuori legge“

“Le antenne del parco Albanese sono illegittime, lo dice la legge regionale ed una circolare interpretativa“. Michele Boato del comitato contro antenna selvaggia e Franco Conte del Codacons, l`altro ieri mattina al centro civico del polmone verde cittadino, hanno tirato fuori tutte le carte per dimostrare la loro tesi. Tempo fa i due avevano inviato all`amministrazione comunale, invitandola a dichiarare illegittime le tre antenne Umts (Tim, Vodafone e H3G), perché in contrasto con la normativa regionale. “La legge regionale prescrive che antenne con potenza superiore ai 150 watt non possano essere installate in parchi – affermano Boato e Conte – a tutela dei cittadini che frequentano la zona verde. Secondo i dati resi noti dall`Arpav l`antenna Vodafone da sola sarebbe ben oltre il limite di legge con i suoi 216 watt, a cui vanno assommati i 132 watt del ripetitore della Tim e 56,76 watt di quello dell`H3G. Nel complesso abbiamo una potenza di 404,76 watt, quindi, siamo sopra di oltre 254 watt sopra il limite consentito“. Quello che ai due ecologisti non va giù è come il Comune ha affrontato la questione. Infatti, in un documento dell`Avvocatura civica si legge: “Qualora nello stesso sito siano presenti più antenne di diversi gestori non sembra debbano essere sommate le potenze dei singoli impianti. Andrebbe altresì escluso che la norma trovi applicazione limitatamente a Vodafone in ragione del fatto che la potenza totale delle antenne di tale gestore superi i 150 watt“. Una teoria fatta propria anche dal sindaco Massimo Cacciari in una lettera del 12 marzo, inviata alla Provincia e alla Regione. “E` una posizione assurda quella del Comune – affermano i due ambientalisti – che è anche supportata dall`Arpav. Il risultato è che da sola l`antenna Vodafone supera i 150 watt consentiti. Sappiamo bene che le leggi possono essere interpretati in mille modi diversi ma quello che amareggia e vedere che l`amministrazione trae delle interpretazioni che non sono a favore dei cittadini ma dei gestori telefonici“. Boato e Conte invitano il Comune a riconsiderare la questione in vista della causa per le antenne del parco davanti al Consiglio di Stato. Inoltre, l`altro giorno i rappresentanti del comitato di via Trezzo hanno avuto un incontro con l`assessore Gianfranco Vecchiato sulla delocalizzazione dell`antenna.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox