16 Maggio 2016

>>>ANSA/ Treno investe giovani sui binari, morta 20enne

>>>ANSA/ Treno investe giovani sui binari, morta 20enne
Nel Napoletano attraversavano ferrovia. Una ferita,altra illesa

CASALNUOVO (NAPOLI)
(ANSA) – CASALNUOVO (NAPOLI), 16 MAG – Travolta dal treno in transito mentre attraversava i binari, malgrado il passaggio a livello fosse chiuso: così è morta Raffaella Ascione, ventenne di Casalnuovo (Napoli), nella tarda serata di ieri. La ragazza è finita sotto un treno Italo mentre, con altre due giovani, passava sui binari – anziché servirsi del sottopassaggio – dopo aver accompagnato una quarta persona in stazione. Il passaggio a livello in questione è praticamente attiguo alla stazione. Secondo quanto ricostruito finora, le tre ragazze stavano attraversando i binari dopo aver oltrepassato le barriere in prossimità del retro di un altro convoglio fermo in stazione, proprio mentre sopraggiungeva il treno Italo che le ha investite. L’ipotesi più accreditata è quella di una tragica distrazione da parte delle giovani, che non avrebbero comunque dovuto attraversare i binari a passaggio a livello chiuso. Raffaella è stata dilaniata e trascinata per diversi metri dal convoglio vuoto, partito dal deposito di Nola e diretto alla stazione di Napoli Centrale. Più fortunate le amiche, una delle quali è rimasta ferita, mentre l’altra è uscita miracolosamente illesa dall’incidente. L’obiettivo delle indagini è ora capire l’esatta dinamica dei fatti. Molti anche i residenti accorsi sul luogo della tragedia, alcuni dei quali hanno ricordato un altro tragico impatto, avvenuto 20 anni fa, quando due ragazzi morirono travolti da un altro convoglio ferroviario, proprio in quello stesso passaggio a livello, anche allora regolarmente chiuso. Ed ora, da più parti, arriva la richiesta di abolire i passaggi pedonali sulle strade ferrate. “Chiederemo a Rfi – ha fatto sapere il sindaco di Casalnuovo, Mario Pelliccia, che ha disposto anche le bandiere a mezz’asta sulla Casa comunale – di accelerare ancor di più la realizzazione dei progetti della nuova tratta dell’Alta velocità, perché è impossibile che abbiano una previsione di realizzazione che ci porta al 2025-2030”. Stessa richiesta anche dal presidente Codacons, Carlo Rienzi, il quale ha sottolineato che incidenti di questo tipo “stanno pericolosamente aumentando, al punto da poter parlare di passaggi a livello ‘killer'”. “Solo nel 2015 – ha aggiunto – si sono registrate 89 vittime sui binari per incidenti analoghi, con una abnorme crescita del +11% rispetto all’anno precedente. I passaggi a livello sono troppo pericolosi e vanno sostituiti con sottopassaggi o sopraelevate perché è assurdo consentire l’attraversamento dei pedoni laddove circolano treni ad alta velocità, e l’Autorità Nazionale per la sicurezza ferroviaria deve intervenire immediatamente obbligando i gestori delle ferrovie a realizzare passaggi alternativi”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox