7 Febbraio 2021

>>>ANSA/Covid: assembramenti e multe. Speranza, ‘prudenza’

Diventano zona rossa anche 27 comuni del Molise nel Teramano
ROMA
(Aggiorna e sostituisce il servizio trasmesso alle 19.02) (di Massimo Nesticò) (ANSA) – ROMA, 07 FEB – Dopo il sabato da ‘tutto esaurito’ nei locali e per le strade, la domenica piovosa ha limitato le uscite degli italiani. E mentre la Coldiretti fa i conti del comunque fruttuoso weekend per i ristoratori (200 milioni di euro), il ministro della Salute Roberto Speranza invita alla “massima prudenza”. Non bisogna, avverte, “vanificare i progressi delle ultime settimane, risultato dei sacrifici fatti finora. Zona gialla non significa scampato pericolo. Il virus circola e il rischio, anche per via delle varianti, resta alto. Non possiamo scherzare con il fuoco”. E non si scherza sicuramente in Umbria, una delle poche regioni color ‘arancione’ che oggi ha raggiunto un nuovo picco di ricoverati (484, 26 più di ieri) e che da domani diventerà ‘rossa’ in tutta la provincia di Perugia ed in sei comuni della provincia di Terni in seguito all’emergere di casi con le varianti inglesi e brasiliana del virus. “Abbiamo dovuto adottare un provvedimento pesante che presuppone sacrifici per tutti ma ho seguito le indicazioni e le richieste della sanità”, ha spiegato la presidente della Regione Donatella Tesei. E anche il Molise vara una zona rossa in 27 comuni: lo ha deciso il governatore Donato Toma con una ordinanza dopo che nei giorni scorsi altri piccoli comuni della zona erano già finiti in regime ristretto. L’ambito è quello del distretto sanitario di Termoli. Intanto, emergono i primi dati delle trasgressioni di sabato. A Roma il bilancio dei carabinieri e di 40 multati ed un arrestato, quello della polizia locali è di oltre 60 persone sanzionate per assembramenti, consumo irregolare di alcolici su strada o per il mancato uso della mascherina. Interrotta anche una festa clandestina in un ‘B&B’ nel quartiere Prati: 15 i giovani presenti, di seimila euro la sanzione complessiva. La sindaca Virginia Raggi ha spiegato che sono stati potenziati i controlli ed ha esortato a mantenere il distanziamento ed a indossare la mascherina. A Milano due feste private sono finite nel mirino della polizia con ben 42 persone multate complessivamente. A Napoli un centinaio i multati nelle zone della movida. Molte le contestazioni per mancanza di mascherina e per violazione del coprifuoco. A Venezia il capo della Polizia municipale annuncia un inasprimento delle misure nelle aree affollate per gli aperitivi. “L’asporto – spiega – non deve diventare motivo di assembramento”. A Firenze oltre 80 i multati, mentre sono stati chiusi 4 esercizi commerciali. Ed il Codacons ‘minaccia’ i sindaci: istituiscano il numero chiuso nelle piazze e nelle strade dello shopping o scatterà una denuncia per concorso in epidemia. La Coldiretti è soddisfatta per la “boccata d’ossigeno” del fine settimana per bar, ristoranti, pizzerie ed agriturismi, ma ha ricordato che nel 2020 la ristorazione ha quasi dimezzato il suo fatturato (-48%) per una perdita complessiva di quasi 41 miliardi di euro. “Le aperture a singhiozzo e le limitazioni – ha osservato l’associazione – creano ostacoli alla programmazione dell’attività di ristorazione che si fonda su acquisto e vendita di prodotti deperibili mentre l’esperienza del fine settimana ha dimostrato che il rischio assembramenti è più elevato all’esterno delle strutture. Per questo il prossimo passo deve essere la possibilità in zona gialla di apertura serale per i ristoranti, anche alla luce del progredire delle vaccinazioni e delle importanti misure di sicurezza adottate”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox