4 Luglio 2019

>>>ANSA/ Cade ramo e travolge una famiglia, 7 feriti a Roma

Anche neonato. Lo stop delle gare sul verde, ora bandi europei
ROMA
(di Chiara Acampora) (ANSA) – ROMA, 04 LUG – Un grosso ramo che si stacca da un albero e finisce sulla banchina del Tevere in quel momento affollata di romani e turisti che avevano deciso di trascorrere la serata alla manifestazione sulle sponde del fiume. Tragedia sfiorata ieri sera ai tavolini di uno dei tanti locali allestiti lungo il Tevere per la stagione estiva. Il ramo, dopo un volo di 12 metri, ha travolto una famiglia, con due bambini piccoli, che era seduta insieme a un’amica. E’ accaduto poco dopo le 22 all’altezza di Ponte Sisto, lato Trastevere, al centro di Roma. Sette le persone trasportate dal 118 in ospedale, tra cui un neonato. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito in modo grave, ma la paura è stata tanta. Al tavolo accanto c’era una coppia di 40enni, lei incinta, che per evitare di essere colpiti si sono lanciati a terra. Anche loro sono stati accompagnati in ospedale. Ad avere la peggio la mamma dei bambini, una 30enne, che è stata colpita dal ramo alla testa. Il marito, un 34enne romano, rimasto ferito alla gamba ha poi deciso di seguire i figli in ospedale. Fortunatamente sia la bimba di 2 anni che il neonato di quasi tre mesi sono stati dimessi dal Bambino Gesù al termine di tutti gli accertamenti del caso, riportando solo qualche lieve escoriazione. “Siamo vivi per miracolo”, ha detto una dei feriti ancora terrorizzato ai soccorritori. A dare l’allarme alla polizia alcuni passanti che hanno fermato una pattuglia in transito del commissariato Monteverde. Sul posto anche i vigili del fuoco e la polizia locale. Gli investigatori hanno raccolto diverse testimonianze e a breve, forse già domani, la polizia invierà un’informativa in Procura. Gli agenti del commissariato Monteverde acquisiranno nelle prossime ore i referti degli ospedali in cui sono stati trasportati i feriti. Intanto i pompieri hanno effettuato verifiche sull’albero da cui si è staccato il ramo e su quelli vicini per accertare la stabilità. E la vicenda ha scatenato una serie di polemiche sul fronte della manutenzione del verde a Roma, città che da circa cinque mesi, con le dimissioni di Pinuccia Montanari, non ha un assessore all’Ambiente. Sotto accusa in particolare la questione dei bandi sul verde che hanno avuto uno stop decisivo con l’inchiesta su Mafia Capitale, l’ambiente era infatti uno dei settori degli affari illeciti di Salvatore Buzzi e Massimo Carminati. Nei mesi scorsi l’annuncio di due gare europee. “Sembra quasi la cronaca di una morte annunciata” hanno dichiarato le consigliere Pd Valeria Baglio, Ilaria Piccolo e Giulia Tempesta aggiungendo: “Come mai i bandi di gara per le potature e la manutenzione del verde sono ancora fermi?”. Mentre Andrea De Priamo, capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio, ha sottolineato: “La sindaca Raggi spieghi alla città come mai i bandi per la manutenzione degli alberi sono ancora fermi, 5 milioni di euro messi a disposizione dalla Comunità europea e scomparsi dai radar del Campidoglio”. Ad intervenire anche il Codacons: “Chiediamo alla Procura di verificare quale attività di manutenzione su piante e alberi sia stata eseguita dal Servizio Giardini nella zona dell’incidente e se vi siano state carenze od omissioni da parte dell’amministrazione che, in tal caso, dovrà essere indagata per concorso in lesioni” ha sottolineato il presidente Carlo Rienzi. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox