7 dicembre 2018

>ANSA-BOX/ Radiotaxi,stop decisione Antitrust, Mytaxi in standby

Secondo Tar servono valutazioni approfondite su limite esclusiva
ROMA
(ANSA) – ROMA, 7 DIC – Un punto a favore delle cooperative di radiotaxi nella disputa che da mesi le vede contrapposte alla app Mytaxi. Il tribunale amministrativo del Lazio ha infatti sospeso i provvedimenti dell’Antitrust di giugno scorso che ritenevano restrittivi della concorrenza i vincoli di esclusiva tra le organizzazioni di radiotaxi ed i tassisti aderenti. Secondo il tribunale amministrativo del Lazio è necessario andare a fondo nel merito della questione vista la “complessità del caso” e gli effetti considerati “irreversibili” dei provvedimenti. Tutto rinviato quindi al 3 aprile del prossimo anno, data fissata per l’udienza pubblica che affronterà il merito della questione. Esultano le maggiori cooperative finite nel mirino dell’Antitrust e piangono i consumatori che avevano salutato la decisione come un passo verso la liberalizzazione del settore. Il contenzioso era partito con una segnalazione all’Antitrust di Mytaxi, società appartenente al gruppo automobilistico tedesco Daimler Ag, che gestisce una piattaforma aperta attraverso un’app accessibile liberamente dai tassisti affiliati per contrastare il vincolo del rapporto di esclusiva dei tassisti facenti capo ad una cooperativa di radiotaxi. L’Autorità riconobbe il carattere restrittivo dell’intesa e alle società di radiotaxi coinvolte, le principali di Roma e Milano (Radiotaxi 3570, Cooperativa Pronto Taxi 6645, Samarcanda, TTaxiblu, Yellow Tax Multiservice e Autoradiotassì) furono dati 120 giorni di tempo per avviare le dovute iniziative per cambiare le regole. Ora lo stop. Esulta il presidente di Radiotaxi 3570, Loreno Bittarelli, che parla di un “importante e positivo passaggio processuale che consentirà ai tassisti soci delle Cooperative di continuare a svolgere serenamente il loro lavoro” in attesa dell’udienza di aprile” garantendo l’impegno della cooperativa “per garantire ai tassisti e all’utenza la più efficiente risposta di intermediazione tra la domanda e offerta di servizio taxi”. Opposte le considerazioni dei consumatori. La sospensione della delibera Antitrust è una “pessima notizia”, dice Massimiliano Dona dell’Unione consumatori “anche se attendiamo con fiducia il giudizio di merito” mentre per il presidente del Codacons Carlo Rienzi “di certo non basteranno le sentenze dei Tar a fermare un processo sociale ed economico irreversibile che deve portare alla completa liberalizzazione del settore, sia pure con garanzia di sicurezza del trasporto pubblico”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this