15 Giugno 2019

>ANSA-BOX/ Pedaggi A24/A25, aumenti congelati fino al 31 agosto

 

(di Berardino Santilli e Luca Prosperi) (ANSA) – L’AQUILA, 14 GIU – Evitata, dopo una serrata trattativa tra Mit e la concessionaria Strada dei Parchi, la maxi stangata sui pedaggi nelle autostrade laziali e abruzzesi A24 e A25: l’aumento delle tariffe di circa il 20% che sarebbe scattato il primo luglio, è stato congelato fino al prossimo 31 agosto. L’intesa è stata raggiunta grazie al fatto che sul piatto è stato messo il rinnovo del piano economico finanziario (Pef). Il Ministero per le Infrastrutture e Trasporti, in una nota, annuncia di aver chiesto e ottenuto da Sdp il blocco dei rincari dei pedaggi nelle more della definizione del nuovo Piano economico finanziario, atteso da cinque anni, nel corso dell’estate”. Il Mit, spesso in contrasto con Sdp sullo stato della sicurezza delle due arterie, parla di 700 milioni di euro di soldi pubblici, molto probabilmente un anticipo, relativi al Pef da sbloccare entro l’estate. Il Piano prevede un maxi progetto di messa in sicurezza antisismica delle A24 e A25, insieme al controllo delle tariffe: il mega intervento, secondo l’ultimo elaborato, è caratterizzato da un investimento di 3,1 miliardi di euro, 2 dei quali coperti dallo Stato, la restante parte da Sdp, in attuazione di una norma inserita nella legge si stabilità 2012, suggerita dal terremoto dell’Aquila del 2009, nella quale le due arterie vengono considerate strategiche ai fini di protezione civile. “Il Mit, sensibile alla tutela degli utenti che viaggiano sulle due autostrade tra Abruzzo e Lazio, – prosegue la nota – si è impegnato, insieme al Mef, affinché si arrivi entro luglio alla definizione del Pef, in accordo con le deliberazioni dell’Autorità di regolazione dei trasporti sulle tariffe, e contestualmente alla predisposizione di un piano finanziario di convalida per l’esecuzione di opere di messa in sicurezza sismica, per un importo pari a circa 700 milioni di euro coperti da contributi pubblici”. “Una ottima notizia per gli automobilisti e i cittadini di Lazio e Abruzzo”, è il commento del Codacons. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox