19 Luglio 2012

>>>ANSA/ BENZINA: ANCORA RIALZI; CONSUMATORI, E’ CARO VACANZE

>>>ANSA/ BENZINA: ANCORA RIALZI; CONSUMATORI, E’ CARO VACANZE

(ANSA) – ROMA, 19 LUG – Benzina e diesel continuano a rincarare e per i consumatori sul fronte prezzi l’estate sarà particolarmente calda. Secondo il Codacons, infatti, “rispetto alle vacanze estive 2011, oggi chi si metterà in viaggio in auto potrà percorrere, con una spesa di 100 euro, 111 km in meno rispetto all’anno scorso in caso di auto a benzina, e addirittura 172 km in meno se la vettura è diesel”. Così non mancano iniziative per frenare i rincari. La più interessante arriva da una comune “simbolo” per l’ambiente, quello di Pollica-Acciaroli (Salerno), il comune del sindaco Angelo Vassallo ucciso dalla criminalità proprio per il suo impegno a difesa di un luogo “magico” per la natura. Su un terreno comunale vicino al Porto nascerà un distributore di benzina pubblico per aiutare i pescherecci, ovviamente con prezzi inferiori a quelli di mercato. Intanto, dopo la serrata annunciata dai benzinai per il weekend 3-5 agosto, i gestori hanno ottenuto la convocazione da parte del Garante per gli scioperi, fissata per lunedì 24. Sempre oggi il Ministero dello Sviluppo ha deciso di riunire martedì il tavolo carburanti. Quanto ai listini, secondo Quotidiano Energia e Staffetta Quotidiana Eni ha ritoccato di un centesimo il prezzo del diesel e nuovi rincari si sono registrati anche per Tamoil, Ip, Shell ed Esso. Staffetta ha rilevato come i prezzi italiani scontino il settimo aumento consecutivo delle quotazioni internazionali, con il gasolio ai massimi dal 2 maggio. Secondo Quotidiano Energia “é evidente che l’aumento delle quotazioni è la causa prima degli aumenti, ma è altrettanto evidente che proprio questo crescere inevitabile ed immediato dei prezzi raccomandati e quindi di quelli praticati durante la settimana rende sempre più ardua da gestire e spiegare all’utenza la decisione di far crollare i prezzi nel week-end, per poi risalire il lunedì”. Per Fegica Cisl, infatti, “con l’ennesima giornata di aumenti dei prezzi dei carburanti i cittadini italiani devono sapere di essersi già pagati con gli interessi gli sconti”. Il Codacons vede nero: a causa del rincaro dei carburanti e dei costi nel comparto turistico, in un momento di grave crisi, ha stimato che ben il 44% degli italiani rinuncerà alle vacanze estive. L’inizio della prossima settimana potrebbero però portare a delle novità, visti i due cruciali appuntamenti: lunedì l’Autorità di garanzia sugli scioperi ha convocato in audizione le sigle Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio per “verificare se vi siano le condizioni per una composizione della controversia” su uno stop esteso anche al 3 agosto, giornata che per il Garante dovrebbe essere invece esclusa dalla serrata. Le categorie dei gestori hanno anche fatto sapere della convocazione al ministero di Via Veneto per il giorno successivo. Un incontro con tutte le parti che dovrebbe anche toccare l’argomento sciopero. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox