8 Maggio 2019

ANONYMOUS “BUCA” MAIL DEGLI AVVOCATI: CODACONS PRESENTA DENUNCIA E AVVIA AZIONE PER LEGALI COINVOLTI

 

CHIESTO AL GOVERNO PROROGA DI TUTTI I TERMINI DELLE NOTIFICHE VIA PEC

SUL SITO DELL’ASSOCIAZIONE I MODULI PER DENUNCIARE VIOLAZIONE DELLA PROPRIA MAIL

Dopo la posta elettronica certificata di oltre 30 mila avvocati violata dalla rete di Anonymous, il Codacons scende in campo a tutela dei legali la cui privacy sia stata lesa dall’attacco degli hacker.
L’associazione presenterà oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, alla Polizia Postale e al Garante della Privacy, chiedendo di aprire una inchiesta sul caso accertando i responsabili degli illeciti e verificando eventuali responsabilità delle aziende che gestiscono il servizio Pec sul fronte delle misure di sicurezza adottate, e avvia al contempo una azione a tutela di quegli avvocati i cui dati sensibili siano stati pubblicati online.
A partire da questo pomeriggio tutti i legali italiani coinvolti nella vicenda potranno scaricare sul sito Codacons il modulo per denunciare la violazione della propria Pec e inviare una comunicazione cautelativa a Polizia postale e al proprio Ordine degli avvocati – spiega l’associazione – Stiamo inoltre preparando una diffida al Governo e al Ministero della giustizia affinché siano prorogati i termini delle notifiche via PEC, considerati i disagi e i ritardi causati dall’hackeraggio.
L’associazione inoltre, anch’essa coinvolta nel caso attraverso la mail dei propri avvocati violata, si costituirà parte offesa nell’inchiesta che sarà aperta dalla magistratura, ai fini delle dovute azioni risarcitorie nei confronti dei responsabili.
Tutti gli avvocati italiani possono verificare il proprio coinvolgimento nella vicenda visionando l’elenco pubblicato sul sito Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox