9 Agosto 2008

Ancora ribassi per benzina e diesel

Ancora ribassi per benzina e diesel
Le tariffe per chi utilizza il sef service allineate alla media europea

Buone notizie per gli automobilisti in partenza per le vacanze estive. Da ieri mattina una nuova ondata di ribassi ha ulteriormente stemperato il caro-prezzi ai distributori. E c`è chi, a partire dall`Agip, ha deciso di dare il via ad una nuova campagna di sconti per chi sceglie la modalità self service, mentre con i ribassi si sta manifestando di nuovo il tradizionale divario di prezzo a favore del diesel. Dal monitoraggio sui prezzi di riferimento di Quotidianoenergia ( le cui cifre sono state riportate erroneamente, ieri, dal nostro giornale) emerge che Api e IP (dello stesso gruppo) hanno ridotto il prezzo della benzina di 1 centesimo portandosi a 1,473 euro al litro, e di 1,2 centesimi quello del diesel, a 1,467 euro al litro. La Esso è intervenuta sul solo diesel arretrando a 1,459 euro/ litro (-1 centesimo). Q8 ha diminuito di 1,1 centesimi il prezzo di riferimento della verde, portandolo a 1,466 euro al litro (il livello più basso tra tutte le compagnie), e di 2 centesimi quello del diesel, a 1,450 euro il litro. Shell ha limato all`ingiù i due prodotti rispettivamente di 0,3 e 0,9 centesimi andando a 1,479 e 1,471 euro/litro. Tamoil ha ribassato di 1,1 centesimi la benzina (1,471 euro/litro) e di 1 centesimo il gasolio (1,459 euro/litro). Total, infine, ha diminuito di 1 centesimo il prezzo della verde, ora a 1,474 euro/litro, e di ben 3,3 centesimi quello del diesel, portandosi così a 1,449 euro/ litro (lo stesso livello del market leader del gruppo Eni). Ferma Agip, intervenuta ieri l`altro sui listini, che però ha lanciato da ieri una nuova campagna promozionale sul self service: fino a fine agosto lo sconto sul prezzo dei carburanti in modalità Iperself (prezzo praticato in oltre 2.300 impianti negli orari in cui nonè presente il gestore) aumenta da 6 a 10 centesimi al litro rispetto al prezzo consigliato (quello sul servito) depositato presso il ministero dello Sviluppo economico. Per un litro di verde l`automobilista potrà così pagare 1,371 euro/litro e per uno di diesel 1,349 euro/litro. A ben guardare chi è disposto a maneggiare da solo il bocchettone del distributore (come fanno, anche per mancanza di alternative, quantità crescenti di cittadini europei), può godere in Italia di un prezzo assolutamente allineato alla tanto evocata media europea, risparmiando almeno tre euro a pieno rispetto alle colonnine del servito. Ma c`è chi non demorde, nelle lamentele. Nonostante gli ultimi ribassi “i carburanti si mantengono su standard ancora troppo elevati “ afferma l`associazione del consumatori Codacons in una nota nella quale mette in relazione ancora una volta la flessione in percentuale del prezzo del greggio con quella dei carburanti alla pompa, sui quali pesa però una componente fiscale che copre circa due terzi del prezzo totale. R.R. www.quotidianoenergia.it LE STRATEGIE Tutte le compagnie stanno rivedendo i listini e Agip incrementa gli sconti delle promozioni estive per chi si serve da solo

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox