25 Settembre 2007

Anche Regione Lazio, Provincia di Roma Adr e Codacons, al fianco di Enac domani

Non solo i Comuni di Ciampino, Marino, il X Municipio, ma anche Regione Lazio, Provincia di Roma Adr e Codacons, saranno al fianco di Enac domani, nell`udienza davanti al Tar, per resistere al ricorso promosso dalla compagnia low cost, Ryanair, contro l`ordinanza sulla riduzione dei voli nello scalo di Ciampino. Il Comune aeroportuale, per evitare l`accoglimento del ricorso, presenterà una memoria contenente, tra l`altro, i dati forniti dalle quattro centraline per il monitoraggio acustico, situate lungo il perimetro della pista. Valori costantemente superiori, secondo il Comune, sia di giorno che di notte, a quelli consentiti dalla normativa vigente. “Abbiamo fornito al Tar – precisa Walter Perandini, sindaco di Ciampino – gli elementi necessari per dimostrare la validità dell`ordinanza Enac, che dispone la prima riduzione dei voli, da 138 a 100 giornalieri, ma anzi la necessità di ridurre ulteriormente, ed il più presto possibile, il numero di voli su Ciampino“. In merito all`ordinanza emessa da Enac, la Elfaa (European low fares airline Association) che oltre a Ryanair ha tra i suoi membri Easyjet, Sterling, Sky Europe ed altre compagnie con un traffico di cento milioni di passeggeri l`anno, ha chiesto alla Commissione Europea di intervenire e predisporre un`inchiesta urgente, ritenendo ingiustificate le restrizioni decise da Enac, valutate come una palese violazione delle leggi comunitarie ed italiane. L`ordinanza di Enac che dovrebbe diventare esecutiva il 28 ottobre, soddisfa solo parzialmente, secondo il sindaco di Marino, Adriano Palozzi, le richieste avanzate dal Comune che punta al ritorno dei decolli ed atterraggi nello scalo Pastine, alla quota del 2001.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox