fbpx
6 Agosto 2002

ANCHE OGGI CODE IN AUTOSTRADA

    ESODO ESTIVO…ALL?INSEGNA DELLE FILE NEI CASI ESTREMI IL CONSUMATORE HA DIRITTO DI NON PAGARE IL PEDAGGIO

    Giovedi 1 agosto code, venerdì code, sabato code, domenica code, oggi code. Certo si sono messi in viaggio 20 milioni di persone ma 5 giorni consecutivi di colonne dimostrano l?inefficienza del nostro sistema stradale. L?odissea comincia giovedi. Molti, credendo di anticipare il grande esodo, partono. Risultato: 70 Km di coda tra Piacenza e Bologna, 7 Km alla barriera di Mercato San Severino (A 30, la Caserta-Salerno) per citare i due casi più eclatanti. Sabato poi il sistema va letteralmente k.o.: 40 Km nel tratto Nogarle Rocca e Affi (A 22 del Brennero), 18 Km sulla Padova-Venezia al casello di Mestre-Villabona, 17 Km tra Sala Consilina e Buonabitacolo (A 3), 7 Km al casello di Mercatello (A 30), 5 Km tra Collesalvetti e Rosignano (Livorno). Un vero e proprio bollettino di guerra (vi risparmiamo il lungo elenco di code da 3?4 km). Anche oggi si devono registrare file di 4 Km a Bologna.
    Un esodo insomma all?insegna delle code, che hanno letteralmente ?torturato? migliaia di cittadini.
    Ma perché pagare, avendo in cambio un servizio a dir poco pessimo? L?art. 1460 del codice civile recita: ?Nei contratti con prestazioni corrispettive, ciascuno dei contraenti può rifiutarsi di adempiere la sua obbligazione se l?altro non adempie o non offre di adempiere contemporaneamente la propria??.
    Ebbene il presupposto che sta alla base del pagamento del pedaggio autostradale è di poter andare velocemente, non certo di fare le code. Altrimenti uno viaggerebbe sulle strade extraurbane. Quando ci sono file, allora, non sono rispettati i termini e le condizioni che stanno alla base del contratto. Quindi ci si può astenere dal pagare il pedaggio. In casi estremi, con ritardi prolungati, invitiamo perciò i consumatori a ribellarsi: al casello fatevi fare un verbale, il Codacons vi offrirà poi assistenza legale.
    Chiediamo, infine, alla Società Autostrade, in caso di gravi necessità (code esagerate ai caselli, incidenti), di rinunciare alla riscossione del pedaggio, aprendo le barriere e facilitando in questo modo la soluzione dell?intasamento.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox