7 Aprile 2010

Anche la benzina si compra a credito

La stangata alla pompa di benzina si fa sempre pi pesante e gli automobilisti ricorrono a mille espedienti, compreso l’ acquisto a credito. Caro benzina, la stangata servita. Dentro l’ uovo di Pasqua anche gli automobilisti di Iglesias hanno trovato i rincari di gasolio, diesel e verde con prezzi che schizzano in alto (+ 6,6 per cento), giorno dopo giorno (da 1,32 euro al litro a oltre 1,40 nell’ ultimo mese). Lo dicono i benzinai con taccuini alla mano, rivelatori di cifre ?suggerite? dalle Compagnie, avvertono, sempre diverse e sempre al rialzo. E pi il valore dell’ oro nero sale, pi diminuiscono i litri di carburante nel serbatoio. Secondo il Codacons, oggi la benzina ha toccato quota 1,419 euro al litro, mentre il gasolio arriva a costare 1,249 euro/litro. Lo scorso anno, per le stesse vacanze, si riforniva spendendo 1,214 euro/litro. Il diesel costava 1,074 euro/litro. L’ aggravio di spesa? Oltre dieci euro per un pieno di benzina, 8,75 per uno di gasolio. IL CARO PIENO Per rendersi conto di quanto si spende, basta fare un giro fra i sette distributori della citt. Dal pi caro al pi conveniente in questi giorni. Ossia dalla Esso, dove versare un litro di verde nel serbatoio costa 1,42 euro (pieno di 40 litri 56,8 euro), a quello targato Q8 che annuncia un listino al ribasso di 42 millesimi (stesso pieno 55 e12). Spiccioli in meno che fanno la differenza in un momento di crisi fin troppo nera. E visto che la bilancia oscilla sempre a favore dei magnati del petrolio, le alternative sono due: o si lascia l’ auto in garage, o si paga a rate. Proprio come a Iglesias, dove il giro di debiti mensili va oltre gli ottantamila euro. A RATE Il vicepresidente provinciale Figis (Federazione gestori impianti carburante), Emilio Toni, gestore del distributore Esso di via Cattaneo, mette l’ accento sugli aumenti ?quasi giornalieri?: A febbraio sono cambiati per tre giorni consecutivi, dal 24 al 26. Da cosa dipende? Una volta era il costo del greggio, ora un mistero. Cerchiamo di farli abbassare praticando uno sconto di dieci centesimi sul prezzo consigliato dalla Compagnia. Sebbene ci sia lo sconto, la benzina Esso risulta essere la pi costosa. Quella verde? Va da 1 e 42 centesimi con servizio, a 1 e 333 senza. La diesel 1 e 240 quando il distributore aperto, 1 e 153 quando chiuso. Quello di via XX Settembre ha lo stesso listino: L’ aumento di cinque millesimi, stanno esagerando, secondo il gestore Pino Farci. In via Crocifisso, Severino Nieddu (Agip) parla di ?speculazione?: Qui, per risparmiare 27 millesimi, si pu fare benzina anche col ?fai da te?. Il gasolio costa 1 euro e 243 al litro, blue diesel 1 e 313, benzina senza piombo 1 e 416, la blue super 1 e 486. Stesso listino nel viale Villa di Chiesa, con una differenza: pi un centesimo quando il distributore chiuso. PAGHER Tornando in via Crocifisso, l’ Ip: senza piombo e diesel, rispettivamente 1 euro e 378 e 1,205: Con listino fermo al 19 marzo, avvisa la titolare Elisabetta Pissard. Dal venerd al sabato sconto di sei centesimi rispetto al listino provinciale Api Ip comunicato al Ministero dello sviluppo economico. Al distributore Tamoil di via San Salvatore i prezzi (fissi) salgono: 1 e 389 (benzina senza piombo) 1 e 220 la diesel. Infine il meno caro Q8 a Bindua di Gianni Autilitano, con valori invariati per 24 ore: senza piombo 1 euro e 378, H1q diesel 1 e 283, diesel 1 e 208. Dal denaro contante, per chi salda subto, a quello che si versa a fine mese. Fra gli iglesienti che pagano a rate ci sono meno abbienti (pi puntuali e onesti) e benestanti, aziende e privati. I crediti? In un giorno si sfiorano i quattromila euro, in un mese arrivano a quarantamila, dice Emilio Toni (Esso). Per Severino Nieddu (Agip) sono anche 30 mila euro. Non tutti per onorano: c’ chi deve ancora 15mila euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox