8 Gennaio 2013

Anche il Codacons sarà parte civile

Anche il Codacons sarà parte civile
       

VIAREGGIO Il Codacons, che per statuto tutela gli utenti delle ferrovie e dei mezzi di trasporto pubblici, si è costituito quale parte offesa nel procedimento penale relativo al disastro ferroviario verificatosi nel giugno 2009 a Viareggio, per poi costituirsi parte civile nella successiva fase del procedimento nei confronti degli imputati e dei soggetti che dovranno risarcire i danni alle parti offese. Al fine di agevolare tutti coloro che desiderano ottenere il risarcimento dei danni materiali conseguenti distruzione o danneggiamento di beni mobili e/o immobili e di quelli biologici conseguenti a decessi o ferimenti verificatisi in occasione del disastro ferroviario -si legge in una nota inviata ieri a firma del vice presidente nazionale, avvocato Bruno Barbieri – il Codacons ha attivato il numero 051312611 «al quale potranno rivolgersi anche e soprattutto coloro che non hanno i mezzi economici per sostenere una difesa, e che hanno quindi i requisiti di reddito per essere ammessi al gratuito patrocinio. All’ azione potranno partecipare come parti civili anche coloro che hanno subito danni minori costituiti dai danni indiretti che il blocco ferroviario determinò nel periodo di giugno-luglio 2009». Insomma, il Codacons si rivolge anche a coloro che si siano trovati a viaggiare in quei giorni e abbiano dovuto fare i conti con quanto accaduto sui binari di Viareggio, linea Tirrenica in piena estate. Un passo importante, che dovrebbe aver seguito per ampliare il più possibile la platea di coloro che decidono di costituirsi in vista del processo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox