19 Gennaio 2020

Anav e Codacons contro l’ Anas per le «strade insicure»

Resuttano. Non si placano le polemiche per la situazione disastrosa sull’ autostrada Palermo-Catania, con i mezzi pesanti deviati su una trazzera pericolosa. Il Libero Consorzio è intervenuto con alcuni lavori e Anas ha intensificato gli interventi lunedì scorso: 20 punti sensibili individuati nei vari sopralluoghi delle scorse settimane sui 10 chilometri di Sp 19 per rendere la strada un po’ più sicura. Condizioni che fino ad adesso non c’ erano e l’ incidente di martedì lo dimostra. Anas ha spiegato come il percorso alternativo indicato e suggerito è quello di Tremonzelli-Mulinello. Ha fatto sentire la propria voce pure l’ Associazione nazionale autotrasportatori viaggiatori. Gravissimi disagi che sono un ulteriore colpo ferale all’ economia siciliana già ridotta al collasso. L’ ultimo atto ieri è del Codacons che ha presentato 3 esposti alle Procure di Palermo, Caltanissetta e Catania. Il Codacons denuncia la mancata manutenzione dell’ autostrada A19, che ha determinato, da ultimo il caos ed i gravi disagi per l’ uscita obbligatoria al bivio Resuttano dell’ A19 con incidenti a camion causati dalla precarietà del percorso alternativo che ha provocato il blocco di 60 tra tir, camion, autobus lungo la Sp19.«Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità – commenta l’ avvocato Carmelo Sardella, dirigente dell’ Ufficio Legale Codacons Sicilia – con l’ esposto-denuncia chiediamo alle procure di Catania, Caltanissetta e Palermo di indagare per i reati di rifiuto di atti d’ ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti, accertando se è stata messa in pericolo la pubblica incolumità in ragione del venire meno delle condizioni di sicurezza relative alla circolazione dei veicoli sul tratto autostradale in questione. Con il comitato vittime siciliane avvieremo azioni legali e procedimenti risarcitori in favore degli utenti delle autostrade siciliane».A rincarare la dose ci pensa il presidente regionale Giovanni Petrone: «Il Codacons e il nostro segretario nazionale Francesco Tanasi da anni denunciano le pessime condizioni in cui versa l’ autostrada A19 Palermo-Catania in entrambi i versanti, ed i rischi a cui vanno incontro gli automobilisti. Adesso, la misura è colma».Gandolfo Maria Pepe.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox