19 Febbraio 2002

Ammalata d`euro. Ora chiede i danni alla Zecca

cosenza / Giovane cassiera messinese allergica al nichel-cromo con cui sono coniate le monetine

?Ammalata? d`euro. Ora chiede i danni alla Zecca

COSENZA ? La moneta ?pesante?. L`euro che ?fa male?. Causando, per la sua coniatura in nichel, disturbi e fastidi fisici fino ad impedire addiritura il normale esercizio dell`attività lavorativa. Un rischio concreto adombrato nei giorni precedenti l`ingresso della nuova moneta, ma al quale, tuttavia, non era stata data particolare attenzione. La situazione, invece, alla luce dei fatti, si è rivelata molto più delicata e complessa di quanto non si fosse temuto. I casi di insofferenza al nichel si sono moltiplicati. E, insieme ad essi, il numero delle persone che sono dovute ricorrere alle cure in ospedale. Le prime segnalazioni si sono verificate a Roma e in altre città italiane. Adesso è il turno di Cosenza e della Calabria. La prima tra le regioni del Sud, a quanto pare, a denunciare un caso di reazione allergica al nichel. Della vicenda è stato investito il Comitato per la Difesa dei Consumatori, che ha sporto denuncia contro lo Stato e la Zecca nazionale. La vittima del ?nichel-cromo? si chiama Angela Mazzei. È nata in Sicilia, a Messina, il 18 agosto 1971, ma vive da anni a Cosenza. Lavorava come cassiera in un bar di Rende. E qui che, nell`esercizio della propria funzione, ha avuto i primi problemi. Prurito, rossori, diffuse alterazioni della pelle su tutto il corpo. Reazioni in un primo momento rimaste senza risposta ma che poi, seguendo il consiglio di un medico – che ha suggerito alla donna di sottoporsi ad una serie di accertamenti clinici – sono state collegate all`uso della nuova moneta in nichel. «Da quando è entrato in circolazione l`euro», spiega il Presidente del Comitato Difesa Consumatori, Avv. Pierpaolo Rodighiero, «la nostra assistita ha cominciato ad avvertire fastidiose sensazioni di prurito alle quali si sono accompagnati gonfiori. Una situazione che è andata man mano peggiorando, tanto è che per questo motivo la donna ha dovuto usufruire di un periodo di malattia». Una settimana a casa, curata con pomate al cortisone. Ma il problema non si è risolto. D`altra parte, i risultati delle analisi hanno evidenziato che la donna soffre del più alto grado di allergia al nichel. Una condizione che le impedisce di fatto di continuare a lavorare. Da qui, la richiesta di danno, attarverso il Comitato per la Difesa dei Consumatori, alla Zecca dello Stato. «Il nichel», spiega l`Avv. Rodighiero, «è il metallo con la più alta incidenza allergizzante sulla popolazione. E` una verità di cui non si è venuti a conoscenza oggi. È sempre stato così. Qui», conclude Rodighiero, «è lecito prefigurare un`ipotesi di reato per lesioni colpose. Il ragionamento è molto semplice: tu Stato non volevi certamente far male a nessuno, ma sapevi dell`incidenza allergizzante del nichel e perciò non dovevi consentirne l`utilizzazione sulle monetine». L`ipotesi di risarcimento poggia su alcuni presupposti precisi. Il danno specifico, innanzitutto, alla capacità lavorativa della donna, assunta come cassiere nel bar. Poi, la difficoltà a porre rimedio a questa situazione che ne condiziona l`attività professionale. «Anche usando guanti di cotone», evidenzia ancora Rodighiero, «l`allergia non risparmia la mia assistita e perciò essi non sono, nè possono essere considerati una barriera idonea contro i problemi che pone». C`è, poi, anche un danno alla vita di relazione per questa persona. «E` chiaro che si tratta di un soggetto ad altissimo rischio», evidenzia il Presidente del Codacons, «in quanto non potrà mai venire a contatto con nessuno che, in qualunque situazione o circostanza, abbia toccato il nichel». L`avv. Rodighiero ha chiesto anche che lo Stato riconosca un`indennità a titolo di invalidità alla sua assistita:«Non potrà più fare la cassiera, all`interno dei bar come in ogni ambiente dove necessita un contatto con le nuove monete, e perciò è giusto che venga risarcita per questo danno. Un indenizzo, in altre parole, per la perdita della sua capacità lavorativa».

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox