fbpx
15 Giugno 2019

Amianto al Supercinema inchiesta archiviata

l’ ordinanza arriva dopo la recente rimozione del tetto
TRANI. L’ inchiesta sulla copertura in amianto del Supercinema di Trani è stata archiviata. L’ ha deciso il giudice per le indagini preliminari Maria Grazia Caserta sciogliendo la riserva che aveva concluso l’ ultima udienza del 16 maggio scorso. L’ ordinanza di archiviazione si basa sul venir meno della circostanza “che aveva dato causa al procedimento”. E cioè la rimozione della copertura in amianto, avvenuta il 9 maggio. Di questo si era dato atto e dimostrazione al gip tranese, innanzi a cui pendeva l’ opposizione alla richiesta di archiviazione che era stata promossa, a mezzo dell’ avvocato Nicola Ulisse, dal presidente del Comitato Cittadino Bonifica Amianto, Antonio Carrabba. L’ opposizione fu formulata quando la Procura della Repubblica, nonostante la presenza del tetto in amianto, aveva formulato richiesta di archiviazione. Ma a gennaio 2018 il gip Caserta non mandò il fascicolo in archivio, ordinando al pubblico ministero Alessandro Pesce nuove indagini, su più profili. Unica indagata era Maria Grazia Lovino, difesa dall’ avvocato Luigi Mastromauro, quale legale rappresentante della società proprietaria dell’ immobile: la sua posizione, ora, viene, dunque, archiviata. La Lovino, in passato, è stata ammessa all’ oblazione estinguendo, così, il reato contravvenzionale di “inosservanza dei provvedimenti dell’ autorità” per non aver ottemperato all’ ordinanza sindacale di bonifica del sito. Quale profilo, ritenuto dirimente, il gip previde una consulenza tecnica al fine di “accertare lo stato dei luoghi nonché il livello di pericolo per la salute pubblica e l’ ambiente”. E furono proprio i successivi sopralluoghi nel contraddittorio delle parti a contribuire alla tanto attesa ed effettiva decisione di rimuovere l’ eternit del tetto dello stabile dell’ ex cinema che sorge nel pieno centro cittadino. Oltre che dal Comitato Cittadino Bonifica Amianto, l’ annosa vicenda è stata seguita con particolare attenzione dal Codacons, rappresentato a livello cittadino dallo stesso avvocato Ulisse, e dal Comitato Bene Comune Trani, rappresentato dalla dottoressa Maria Teresa De Vito.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox