5 Settembre 2001

Altri allarmi farmaci: Prepulsid e Torvast

Dopo il Lipobay stanno per scoppiare altri casi di farmaci che, in particolari condizioni, possono risultare dannosi.

Adesso tocca al Prepulsid, un farmaco per combattere i disturbi gastrici il cui produttore, la Johnson & Johnson è attualmente sotto processo negli Usa, e al Torvast della Pfizer che risulterebbe dannoso in pazienti con insufficienza renale. Per quest?ultimo il Codacons, il coordinamento delle associazioni dei consumatori, ha presentato una denuncia alla magistratura segnalando un caso sospetto.

Il Prepulsid è un farmaco appartenente alla classe dei procinetici, cioè quei prodotti che accelerano il transito del cibo all`interno del tubo digerente, e quindi alleviano dolori di stomaco, bruciori, rigurgiti e soprattutto il reflusso gastro-esofageo.
Negli Usa è stato ritirato dal commercio già da un anno e sembra aver causato la morte di un?ottantina di persone.

Ma in Italia il principio attivo cisapride, è ancora presente nei farmaci a marchio Prepulsid, Alimix e Cipril liberamente in vendita. Alla luce dei gravi effetti indesiderati il ministero della Sanità ha modificato il suo foglietto illustrativo, e ne prevede la prescrizione solo da parte dei medici ospedalieri.

Ma al centro dell?attenzione non c?è solo il cidsapride. Il Codacons avrebbe accertato tre casi, di cui uno mortale, di pazienti con insufficienza renale danneggiati dall?uso del Torvast della Pfizer.
In particolare il Codacons ha presentato il caso di Giancarlo Iocca, 38 anni. Dopo alcuni mesi di Atorvastatina, prodotta dalla Pfizer (il colosso farmaceutico che sembra voglia acquisire la Bayer), ha visto aggravarsi le sue tribolazioni: stanchezza ai muscoli, cedimenti del collo, diplopia, e infine costretto su una sedia a rotelle per mancanza di forza nelle gambe. Lo specialista neurologo dell`università di Tor Vergata non ha dubbi e sulla cartella clinica annota: “sindrome miastenica in soggetto con pregressa rabdomiolisi da statina“.
Ora tocca alla magistratura, sui il Codacons ha rivolto una dettagliata denuncia, a stabilire la realtà dei fatti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox