21 Febbraio 2019

Alloggi & voti altri 6 a giudizio

In tre a giudizio; altrettanti scelgono l’ abbreviato. Nuovi sviluppi nel processo scaturito dall’ inchiesta sull’ assegnazione degli alloggi popolari. Nella giornata di ieri, il gup Edoardo D’ Ambrosio ha rinviato a giudizio Monica Durante e Diego Monaco, ritenuti i “collettori dei voti” per i politici di Palazzo Carafa e Vincenzo Raho, tutti di Lecce. La loro posizione è stata riunita con il filone principale per il quale in 33 sono stati già rinviati a giudizio giovedì scorso. Prima udienza fissata per l’ 8 aprile prossimo. Hanno scelto l’ abbreviato, invece, Nicola Pinto; Umberto Nicoletti e Andrea Santoro, per le indagini i presunti responsabili della spedizione punitiva nei confronti di Piero Scatigna, il cittadino che ha trovato il coraggio di denunciare il malaffare degli alloggi alla Guardia di Finanza consentendo l’ avvio alle indagini. Scatigna si è costituto parte civile così come il Comune di Lecce; Ara Sud e il Codacons. La discussione del processo in abbreviato è fissata per il 31 maggio. Sulla misura cautelare di alcuni degli odierni imputati, nei giorni scorsi, si sono pronunciati i giudici della sesta sezione penale della Cassazione. Gli ermellini hanno confermato il provvedimento del Riesame che aveva chiesto un aggravamento delle misure per tre imputati: carcere per Andrea Santoro; domiciliari per Monica Durante e Diego Monaco. Sono difesi dagli avvocati Giancarlo Dei Lazzaretti; Viviana Labbruzzo; Umberto Leo; Pantaleo Cannoletta; Giuseppe Presicce; Ladislao Massa ri e Tommaso Donvito.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox