18 Gennaio 2008

Alle 11 la Barcaccia ripulita dalla performance futurista

Ecco la cronaca della `nuova performance` dei futuristi romani. Le palline di plastica colorate (gialle, rosse, blu, arancione e verdi) grandi quanto quelle da tennis riempiono ancora la Barcaccia di piazza di Spagna mentre il personale dell`Ama è a lavoro dalle 9.30 con retine e palette per toglierle dalla fontana, in cui l`acqua continua a scorrere regolarmente. La zona è transennata e controllata dagli agenti della polizia municipale, mentre i turisti divertiti scattano foto a questi spettacolo unico. “Entro un`ora tornerà tutto alla normalità. Si sta lavorando a ritmo serrato“. Lo ha detto il comandante del primo gruppo dei Vigili urbani, Carlo Buttarelli, che ha coordinato operazioni in piazza di Spagna che è stata riempita di palline colorate. “Saranno state 10 mila“ ha aggiunto Buttarelli. Intanto la fontana è stata quasi interamente ripulita e lungo i bordi non ci sono palline. “Non ci sono danni al monumento“. Lo ha escluso il capo del I Gruppo della Polizia municipale Carlo Buttarelli, intervenuto per ripulire la fontana della Barcacci in piazza di Spagna. “È difficile poter quantificare il numero esatto delle palline – aggiunge Buttarelli – Riteniamo di averne raccolte alcune decine di migliaia in meno di due ore – Hanno preso parte all`operazione: 10 pattuglie della Polizia municipale per chiudere l`area, 8-9 mezzi dell`Ama, 5 del decoro urbano e alcune pattuglie dei carabinieri e della Polizia di Stato“. “Alla luce dell`ultima impresa di Graziano Cecchini, che ha riempito Piazza di Spagna di palline colorate, chiediamo al Comune di Roma di assumerlo come promoter turistico“. Così Carlo Rienzi, Presidente Codacons, commenta il lancio di palline di plastica dalla scalinata di Piazza di Spagna. “Già con la Fontana di Trevi tinta di rosso – prosegue Rienzi – Cecchini ha attratto l`attenzione della stampa mondiale e ha richiamato un gran numero di turisti nella capitale. Ora la sua nuova iniziativa delle palline colorate avrà analoghi effetti e contribuirà ad esaltare una delle tante bellezze artistiche di Roma“. “Ci chiediamo quindi se non sia il caso di assumerlo come promoter turistico della capitale – conclude il presidente Codacons – cosicchè la pubblicità generata da tali iniziative non sia più indirizzata verso la singola persona, e quindi inutile, ma vada a beneficio dell`intera città“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this