16 Maggio 2016

Allarme viabilità, romani bloccati in auto per 31 ore

Allarme viabilità, romani bloccati in auto per 31 ore
L’indagine del Codacons: da gennaio più di un giorno buttato nel traffico della città. La Capitale maglia nera in Europa

“Il trasporto pubblico e privato nella capitale è sempre più vicino al collasso”. L’ennesima denuncia è quella del Codacons che snocciola una serie di numeri impressionanti che dimostrano come Roma sia il fanalino di coda in Europa sul fronte della mobilità. “Abbiamo condotto un’indagine approfondita sulla mobilità da cui risulta che, da gennaio ad aprile di quest’anno, ogni romano ha già trascorso mediamente 31,5 ore bloccato in auto a causa del traffico della capitale – spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi – Il 70% dei cittadini sceglie il mezzo privato per recarsi a lavoro o a scuola e solo il 30% si sposta con i mezzi pubblici o altri mezzi. Questo provoca un intasamento di tutta la città nelle ore di punta e trasforma gli autobus in lumache: la velocità media di un bus della capitale nella fascia oraria 7-9 non supera mai i 15 km/h”.
La conseguenza della crisi del trasporto romano è che i tempi di percorrenza si allungano a dismisura: in base allo studio del Codacons, chi sceglie l’automobile per il tragitto casa-lavoro impiega mediamente 40 minuti per arrivare a destinazione; chi invece sceglie il bus impiega mediamente 50 minuti per recarsi a lavoro nella fascia oraria 7-9. “Siamo gli ultimi in Europa sia per utilizzo dei mezzi pubblici, sia per il rapporto auto/abitanti – spiega Rienzi – Solo il 30% dei romani utilizza il trasporto pubblico per recarsi a scuola o a lavoro, contro il 51% di Londra, il 64% di Parigi, il 67% di Madrid”. Abnorme poi il parco veicolare di Roma: nella città circolano 2,3 milioni di veicoli di vario tipo, e si registrano 619 auto ogni 1000 abitanti, più del doppio di Parigi che conta 250 auto ogni 1000 abitanti. È un cane che si morde la coda più auto ci sono in circolazione, più i traporti pubblici sono lenti. E più sono lenti i mezzi pubblici, più i cittadini sono spinti ad utilizzare la propria auto per gli spostamenti. “L’unico metodo per spezzare tale circolo vizioso – conclude Rienzi in corsa come candidato a sindaco – è quello proposto dalla lista Codacons x Roma in corsa alle prossime comunali: istituire un pedaggio per accedere al centro storico in auto, al pari di quanto avviene a Londra e in altre città, e rendere gratuiti bus e metro nelle ore di punta dalle 8 alle 9 e dalle 17 alle 18”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox