26 Giugno 2018

Allarme buche, protesta e class action contro la scarsa manutenzione delle strade

Manifestazione contro il dissesto delle strade di Roma. L’ ha promossa il Codacons e si terrà domani, mercoledì 27 giugno. Alle 14.30 l’ appuntamento all’ altezza della voragine di Circonvallazione Appia 91, dove i rappresentanti dell’ associazione daranno vita al «funerale dell’ asfalto» e presenteranno la prima class action italiana per danni da scarsa manutenzione stradale. Una azione collettiva presentata al Tribunale di Roma ai sensi dell’ art. 140 bis del Codice del Consumo, alla quale potranno aderire tutti i cittadini romani e chiedere 1.000 euro ciascuno di risarcimento per la presenza di buche, voragini e situazioni di dissesto sul manto stradale. La class action chiama in causa direttamente il Comune di Roma – con il sindaco Virginia Raggi che dovrà comparire dinanzi al Tribunale in data 28 novembre 2018 – il quale a fronte dei pagamento delle tasse relative alle strade da parte dei contribuenti romani non garantisce i servizi minimi in fatto di manutenzione. Violato, secondo l’ associazione, anche il diritto costituzionale dei cittadini alla libertà di circolazione, che viene messo a repentaglio dalle circa 60.000 buche presenti sulle strade, come testimoniano anche i dati sui decessi per incidenti stradali, in aumento a Roma del +18,5% rispetto al 2017. Proprio per questo all’ azione potranno partecipare tutti i residenti, indipendentemente da eventuali danni materiali subiti da autovetture o motocicli. Nel corso dell’ evento, il presidente Codacons Carlo Rienzi si calerà nella voragine di Circonvallazione Appia e preleverà alcuni campioni di asfalto per sottoporli ad analisi di laboratorio sulla qualità di bitume utilizzato.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox