24 Aprile 2018

Alitalia: Codacons presenta diffida al Mise, sostituire commissari straordinari

 

Agenpress. Sostituire i commissari straordinari di Alitalia Enrico Laghi, Luigi Gubitosi e Stefano Paleari. A chiederlo il Codacons, con una diffida inviata questa mattina al Ministero dello Sviluppo Economico.

L’associazione dei consumatori, che contro la nomina dei tre commissari aveva presentato ricorso al Tar del Lazio ora approdato al Consiglio di Stato, ha formalmente chiesto al Ministero l’adozione di provvedimenti per sostituire Enrico Laghi, Luigi Gubitosi e Stefano Paleari, anche alla luce delle rilevanze dell’Autorità Anticorruzione che aveva espresso dubbi circa l’esistenza di un possibile conflitto di interessi.

Scrive il Codacons nella diffida:

“la Commissione Ue ha aperto un’indagine approfondita per valutare se il prestito ponte che l’Italia ha concesso ad Alitalia costituisca un aiuto di Stato, sospettando che la durata del prestito, che va da maggio 2017 fino almeno a dicembre 2018, superi la durata massima di sei mesi prevista dagli orientamenti per i prestiti di salvataggio, e che l’aiuto non si limiti al minimo;

– si apprende inoltre che in data 26 aprile p.v. potrebbe essere varato da parte di Codesto Ministero il decreto per la proroga dei termini per la cessione di Alitalia, che sposta a ottobre il termine per individuare l’acquirente più adatto a rilevare la compagnia e di qualche mese il termine per il rimborso della prima rata del “prestito ponte” da 900 milioni concesso dal Governo;

– un simile provvedimento da parte del Ministero non farebbe altro che perpetrare le illegittimità e i vizi lamentati in giudizio dal Codacons, prima, nel ricorso presentato di fronte al TAR del Lazio e, ora, nel ricorso in appello che la scrivente Associazione intende presentare dinanzi al Consiglio di Stato.

Tutto ciò considerato si diffida Codesta Amministrazione a sostituire con il preannunciato decreto di proroga i commissari straordinari in carica che, come lamentato dal Codacons in giudizio ed, altresì, confermato dalla stessa ANAC nel parere reso lo scorso giugno, non avrebbero i requisiti prescritti dalla legge per svolgere tale ruolo”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox