14 luglio 2017

Alitalia: Codacons, su nomina Laghi Mise deve fare chiarezza

 

Roma, 14 lug. (AdnKronos) – Sulla nomina di Enrico Laghi a commissario straordinario di Alitalia, il ministero dello Sviluppo Economico deve fare chiarezza anche davanti al Tar. E’ quanto afferma il Codacons commentando l’ archiviazione da parte dell’ Anac della segnalazione inviata dall’ associazione dei consumatori su un presunto conflitto di interessi nella nomina di Laghi. “Facciamo presente al Ministero che l’ Anac ha archiviato solo le segnalazioni relative alle presunte violazioni del d.lgs. n.39/2013, su cui è chiamata a vigilare l’ Autorità, ‘poiché la società in questione risulta un soggetto interamente privato, non avente le caratteristiche degli ‘enti di diritto privato regolati o finanziati” dall’ amministrazione che conferisce l’ incarico’ – spiega il presidente Carlo Rienzi -. Allo stesso tempo però l’ Anac rileva che la nomina di Laghi a Commissario straordinario potrebbe violare altre normative, come il d.lgs. n.270 /1999, il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 10 aprile 2016, n.60 e la direttiva dello stesso dicastero del 28 luglio 2016, oltre alla legge Gelmini nella parte in cui sancisce che la posizione di professore è incompatibile con l’ esercizio del commercio e dell’ industria”. “La questione quindi è tutt’ altro che chiusa, e il Ministero dovrà ora fornire chiarimenti non solo all’ Anac, ma anche al Tar del Lazio, dinanzi al quale è stato depositato un ricorso del Codacons contro il decreto di commissariamento di Alitalia”, conclude Rienzi.