22 Agosto 2007

Alitalia, Baldassarre ora frena sulla cordata

L`ex presidente della Rai: è solo un`ipotesi di lavoro. L`azienda: hanno già chiesto un incontro La Consob vuole chiarimenti. Gli imprenditori sarebbero pronti a rilevare l`intera quota. Prato punta a rafforzare Fiumicino BOCCHE cucite sui nomi dei componenti della cordata italiana pronta a entrare in gioco nella privatizzazione di Alitalia. Ma arriva un segnale forte dall`ex presidente della Corte Costituzionale e della Rai, Antonio Baldassarre, ora a capo degli imprenditori che puntano al controllo della compagnia di bandiera. “Siamo interessati a rilevare l`intera quota detenuta dal ministero dell`Economia – ha dichiarato Baldassarre – Vorremmo acquisire tutto il gruppo, ovviamente se questo è possibile e se la trattativa andrà a buon fine“. Insomma il consorzio made in Italy è pronto a rilevare il 49,9% della compagnia. In serata, però, Baldassarre su richiesta della Consob ha precisato che al momento non è stata costituita nessuna cordata, ma c`è soltanto “un`ipotesi di lavoro“. Baldassarre ha confermato “di avere ricevuto da talune società il mandato a manifestare interesse all`acquisizione di quote di controllo del gruppo Alitalia e di avere espresso al ministero dell`Economia tale manifestazione di interesse in data 6 agosto scorso“. Il giurista precisa anche che “fino ad ora non si sono svolti nè, sono in calendario, incontri con i vertici di Alitalia o del Ministero dell`Economia“. Ma contatti tra Baldassarre e l`azienda ci sono stati. Almeno stando al comunicato ufficiale diramato ieri da Alitalia, sempre su richiesta della Consob, in cui la società conferma “di aver ricevuto una comunicazione telefonica“ circa l`interesse di una “imprecisata cordata“ alla privatizzazione della compagnia “con indicazione di una richiesta di incontro da definire nei tempi e modi alla fine di agosto/primi di settembre“. Baldassarre aveva spiegato in giornata di essere “il rappresentante legale“ del consorzio, mentre Sviluppo Mediterraneo, alla cui presidenza figura Giancarlo Elia Valori, “ha la funzione di advisor finanziario“. Intanto cominciano a trapelare indiscrezioni sul piano triennale che il presidente della compagnia, Maurizio Prato, presenterà al consiglio d`amministrazione del 30 agosto. Un piano che dovrebbe prevedere il ridimensionamento dello scalo di Malpensa a favore di Fiumicino e il taglio delle rotte per Cina e India compensato dall`incremento dei collegamenti con l`America. Ieri il titolo Alitalia, dopo l`exploit di lunedì, è tornato in territorio negativo cedendo lo 0,78% chiudendo a 0,83. Le oscillazioni in Borsa, dunque, continuano, tanto che il Codacons ha chiesto l`intervento della Consob per “bloccare le informazioni price sensitive e tutelare gli investitori da possibili speculazioni“. G.Lom. mercoledì 22 agosto 2007.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this