26 Giugno 2014

ALIMENTATORI PER COMPUTER COSA SAPERE

ALIMENTATORI PER COMPUTER COSA SAPERE

di DONATO PACE* A tutti coloro che piangono per la perdita del proprio computer… o stremati da continui difetti fantasma, suggerisco una cosa semplicissima: quando l’ alimentatore originale si rompe e ne comprate uno nuovo, ponetevi questa domanda: «L’ alimentatore che ho appena comprato, è di buona qualità?». Il venditore sostiene di avervi venduto un ottimo prodotto, ma siete veramente convinti che lo sia? Dunque, per essere certi, cominciamo col verificare se l’ alimentatore è inserito nella lista di quelli certificati: http://www.plugloadsolutions.com/80pluspowersupplies.aspx. La certificazione garantisce bassi consumi energetici e bontà elettrica degli alimentatori. Qualcuno potrebbe dubitare della bontà di queste certificazioni e sostenere che tutto sommato anche un alimentatore economico di marca sconosciuta potrebbe andar bene… ed allora affrontiamo il problema di petto. Come responsabile dello Sportello Tecnologico del Codacons e quindi costantemente a contatto con i consumatori che a noi si rivolgono, suggerisco che, quando c’ è di mezzo il dubbio, si deve pretendere dal laboratorio che sostituisce l’ alimentatore una certificazione delle misure effettuate indicanti quanto segue: – fattore di potenza PF delle armoniche significative (dovrà essere maggiore di 0,9); – ripple(dovrà rispettare le specifiche Atx e successive); – rendimento (compreso tra 80% – 96%. Indice di risparmio energetico); – nome degli strumenti misura impiegati; – data della calibrazione degli strumenti. Non tutti ovviamente possono comprendere questo linguaggio e quanto appena detto non è pignoleria dello scrivente, ma semplicemente la regola che consente di mettere fine alle frasi retoriche – che troppo spesso sento – di chi sostiene di aver messo in funzione il computer e che non è accaduto nulla durante le prove. Cosa sarebbe dovuto accadere, forse che il computer doveva rompersi ulteriormente a causa di un tecnico che fa valutazione di carattere personale e non basate su strumentazione di misura? Ogni centro di assistenza tecnica che si rispetti deve essere dotato di oscilloscopio ed altri strumenti di misura e molto facilmente può testare se l’ apparecchio, appena comprato o che si sta comprando, risponde alle caratteristiche richieste. Naturalmente qualora non venga offerto un servizio all’ altezza delle vostre richieste – l’ esperienza insegna che ogni mondo è paese – potete far valere i vostri diritti contattando il Codacons Campania Sportello Tecnologico che oltre all’ esperienza decennale in materia di tecnologia, mette a disposizione dei propri iscritti un espertissimo ufficio legale. L’ importante è, secondo me, avere la certezza di un esperto a disposizione che sappia non solo consigliare nelle scelte future, ma intervenire per migliorare ed ottimizzare quelle passate e non poche volte, per queste ultime, è intervenuto l’ ufficio legale capace di far valere le ragioni del consumatore, in questo campo troppo spesso calpestate purtroppo per ignoranza di chi compra ma anche di chi vende. Seguiteci anche su Youtube. * resposponsabile Sportello tecnologico Codacons Campania.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this