12 Marzo 2003

Alexia, vittoria meritata ma…

Sanremo L`avvocato Ugo Cerruti, manager di Ivana Spagna, spiega il suo intervento a «Striscia»

Alexia, vittoria meritata ma…

Intanto l`interprete di «Per dire di no» è soltanto quinta nelle vendite

MILANO ? È stata una ?bomba carta? la rivelazione di «Striscia» sul festival. L`avvocato Ugo Cerruti, manager di Ivana Spagna, che aveva scritto e depositato il nome di Alexia, come vincitrice del festival, il 6 febbraio da un notaio milanese, ripreso dalle telecamere dell`inviato Ghione, ha infatti precisato meglio ieri il suo pensiero.
? Avvocato, lei ha altre prove, oltre a quanto ha dichiarato a «Striscia»? «Io ho avuto la notizia che Alexia avrebbe vinto da un suo autore, a fine dicembre, e ho subito informato della cosa i vertici Rai, chiedendo spiegazioni. Non le ho avute e ho informato con una lettera i giornali. Senza che nessuno prendesse in considerazione la cosa. Allora ho depositato il suo nome da un notaio davanti alle telecamere di ?Striscia?. E ho denunciato la cosa ai Codacons. Se si aprirà un procedimento giudiziario farò i nomi».
? Tutti gli anni esce il nome del vincitore ma quando il pronostico è difficile non l`azzecca nessuno. L`anno scorso, per esempio, non ci risulta fosse uscito con largo anticipo quello dei Matia Bazar. Non le sembra un`uscita alla Giucas Casella? «Pur essendo dell`ambiente, mi è sembrato strana la sicurezza della fonte».
? Lei accusa le giurie o Baudo? Non ha paura di beccarsi qualche querela? «Io non accuso le giurie, quella demoscopica e quella specializzata, ma la gestione Baudo. E mi sono limitato a dire: un signore mi ha detto tre mesi fa che vinceva Alexia. Se qualcuno fa finta di non capire, potrei essere io a querelare loro».
? La sua denuncia non è stata per caso provocata dalla bocciatura di Ivana Spagna? «La ritengo non motivata e ingiusta ma lei non è la sola esclusa di nome. C`erano anche Marina Rei, Massimo Di Cataldo, Nek, solo per fare alcuni nomi. Non mettendoli in gara Baudo ha favorito Alexia. E questo si sapeva, come una prima rosa di big, a fine dicembre, prima che venisse insediata la commissione selezionatrice. Contro il regolamento stesso del festival».
? Ma è stato scritto e detto anche in tv che Pippo ha cominciato dopo l`estate a telefonare ai cantanti, ad ascoltare i pezzi. A metterci le mani, a cambiare le canzoni e chiedere modifiche degli arrangiamenti. Erano già usciti dei nomi a fine novembre, qual è il problema? «Che si può far vincere qualcuno anche costruendo un cast di un certo tipo. Dove il solo rivale serio era Alex Britti».
? Torniamo alla fonte. L`autore che le avrebbe fatto la rivelazione è Alberto Salerno, che firma con Alexia «Per dire di no»? «Non è Salerno, ma una persona per me molto attendibile».
? Trova scandaloso il primo posto di Alexia? «No. E quando l`ho sentita a Sanremo ho pensato che avrebbe vinto il festival».
? Se fosse stato in giuria chi avrebbe votato? «Lei. È bravissima». Intanto, Alex Britti e il cantautore crotonese Sergio Cammariere sono in testa alla classifica delle vendite secondo un`analisi pilota nelle catene di negozi rilanciata ieri sera dal Tg5. Alexia, la vincitrice del Festival di Sanremo compare invece al quinto al posto, dopo i Negrita e Giuni Russo. E il livello di gradimento è complessivamente basso come confermano i passaggi radiofonici. Qualche sorpresa viene dai mini singoli che vedono gli Eiffel 65 al primo posto, seguiti da Cammariere e Dolcenera. E qualche ritardo sui Cd pirata che i discografici segnalano non sono stati disponibili immediatamente come gli altri anni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox