fbpx
17 Marzo 2016

Alea iacta est Giorgia Meloni scioglie la riserva «Mi candido»

Alea iacta est Giorgia Meloni scioglie la riserva «Mi candido»

Il dado è tratto. Ieri, incontrando simpatizzanti e giornalisti nell’ evocativa piazza del Pantheon, Giorgia Meloni ha annunciato la sua decisione di candidarsi a sindaco di Roma. Si tratta di una «scelta d’ amore», «non per dividere ma per unire». Cresciuta nel quartiere popolare della Garbatella, la presidente di Fratelli d’ Italia ha fatto leva sul suo forte legame con la città e la sua storia. Le radici dell’ Urbe sono riecheggiate nell’ appello ai romani: «Mi aiuteranno perché noi vogliamo restituire loro l’ orgoglio di poter dire civis romanus sum». La Meloni ha chiuso anche la partita sulla questione mamma-sindaco, ricordando che il simbolo di Roma è una lupa che allatta due gemelli, un’ elegante risposta a chi mette in dubbio la sua capacità di occuparsi dell’ amministrazione della città per la sua prossima maternità. «Certo avrei preferito godermi i mesi della gravidanza ma credo che ogni donna debba poter scegliere, credo che nessun uomo debba dire a una donna cosa deve fare – ha aggiunto la Meloni, chiamando in causa anche Berlusconi, Salvini, Storace e Bertolaso. «Aiutatemi a non lasciare Roma ai 5 stelle, vinciamo insieme, si può fare». Favorevoli gli avversari L’ annuncio di Giorgia Meloni è stato accolto con entusiasmo da Carlo Rienzi. «Finalmente un vero candidato che conosce la Capitale e i problemi vissuti ogni giorno dai cittadini romani – le parole del presidente del Codacons che assieme alla Meloni correrà alle elezioni comunali. Siamo felici per la sua decisione, e sarà un piacere confrontarci con lei sui gravi problemi che assillano gli abitanti della capitale». Felice di sfidare l’ amica anche Roberto Giachetti, candidato a sindaco per il centrosinistra: «Le avevo espresso solidarietà per le frasi di Bertolaso, perché una mamma può fare tutto, anche il sindaco. Anzi, lei farà campagna elettorale «in due», quindi sarà più forte», ha scherzato l’ esponente Pd. La coalizione si frantuma Diametralmente opposta la reazione di Renata Polverini. Secondo la parlamentare di Forza Italia la scelta della Meloni rappresenta «purtroppo la frantumazione di una coalizione che aveva trovato una bella fotografia a Bologna e aveva ridato una prospettiva non solo a chi fa politica ma soprattutto ai nostri elettori che vedevano in quella foto la possibilità non solo di concorrere insieme a Milano, Roma e Napoli ma anche contro il governo Renzi. Oggi questa coalizione non c’ è più». «Bertolaso – ha aggiunto – ha accettato convintamente, su richiesta di Meloni, Salvini e Berlusconi, di candidarsi a Roma e dopo aver ottenuto quasi 50 mila conferme dai romani non può che rimanere il candidato di Forza Italia. Noi lo sosterremo con straordinaria forza». •
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox