28 Luglio 2018

Alcol, per 139 mila persone c’ è consumo a rischio

Uno dei comportamenti indagati dallo studio di In. Dipendente. Mente è quello legato del consumo dell’ alcol. E l’ Umbria si dimostra una regione con dati allarmanti. Secondo i dati elaborati dagli esperti di Codacons, Federconsumatori e Movimento difesa del Cittadino, almeno un comportamento di consumo «a rischio in Umbria si verifica in circa 139 mila persone. In 101 mila hanno un comportamento abitualmente eccedentario e 51 mila consumano oltre sei unità in una unica occasione». Cioè l’ assunzione di alcol che crea sballo, il binge drinking. I comportamenti a rischio sono più presenti negli uomini che nelle donne. I dati indagati, nello studio, sono quelli del 2016 e del 2017. E la fotografia dell’ Umbria non è una foto grafia statica. Perché ci sono 9mila persone in più che consumano bevande alcoliche con moderazione, circa 26mila che assumono un comportamento definito a rischio e di 27 mila persone aumenta il comportamento definito eccedentario. Gli episodi di ubriacatura tocca tremila persone in più. Il dato 2017 dice anche che il 49,5% degli umbri consuma aperitivi analcolici, il 39,8% aperitivi alcolici, il 31,7 amari e il 29,5% liquori. Questi valori risultano sistematicamente superiori, ha accertato lo studio, sia alla media nazionale che al dato riferito al centro Italia. Presente all’ incontro di ieri mattina anche un delegato del prefetto Carlo Sgaraglia. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox