30 Luglio 2009

ALCOL: INDAGINE CODACONS, 80% DISCOTECHE VENDE DRINK DOPO 2 DI NOTTE

      IL 50% RETRODATA L’ORARIO DELLA CASSA PER NON INCAPPARE IN
SANZIONI

 
      Roma, 30 lug. (Adnkronos/Adnkronos Salute) – In barba ai divieti
in vigore, l’80% delle discoteche italiane vende alcolici ai propri
clienti anche dopo le due di notte. E il 50% retrodata l’orario della
cassa come escamotage per non incappare in sanzioni, nei rari casi in
cui viene rilasciato uno scontrino fiscale. La denuncia arriva dal
Codacons, che ha inviato i suoi ispettori in circa 80 locali da ballo
sparsi in tutto il Paese, rilevando una situazione quasi totalmente
illegale.
      "E’ come per le cinture di sicurezza o per il casco qualche
tempo fa – ha affermato Carlo Rienzi, presidente del Codacons,
illustrando oggi a Roma i risultati delle ‘incursioni’ nelle
discoteche di varie citta’ e localita’ di villeggiatura italiane –
cioe’ quasi nessuno rispetta i divieti vigenti. Questo mette in
pericolo i giovani: nel 2007 ci sono state 1.752 vittime fra i 18 e i
34 anni d’eta’ in incidenti stradali causati da abuso di sostanze
alcoliche. Noi siamo contro i divieti, le ordinanze, ma vorremmo una
sana minima repressione dei comportamenti dei gestori di questi luoghi
di svago, cui in fondo i ragazzi vengono affidati".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox