18 Luglio 2017

Al volante con il telefonino, boom di sanzioni in pochi giorni

NEI PRIMI quattro giorni della campagna mirata sull’ utilizzo del telefono cellulare mentre si è alla guida, la polizia municipale ha effettuato 101 controlli e ha sanzionato 16 automobilisti per la violazione dell’ articolo 173 del Codice della strada, quello appunto che vieta l’ uso dell’ apparecchio telefonico impegnando la mano, quindi non solo per le conversazioni ma anche per i messaggi o per qualunque operazione che comporti distrazione. La sanzione prevista è di 161 euro (diventano 112,70 con il pagamento agevolato entro cinque giorni) e la decurtazione di 5 punti dalla patente. E’ prevista anche una sanzione accessoria se la violazione viene commessa una seconda volta nel biennio: la sospensione della patente da uno a tre mesi. Durante i controlli sono state elevate anche altre 19 sanzioni per altre violazioni. La campagna mirata della Municipale continua anche questa settimana, fino a venerdì e impegna le pattuglie delle unità territoriali e del pronto intervento dislocate in varie zone della città. La campagna rientra nel programma comunale per la Sicurezza stradale. L’ utilizzo del cellulare alla guida, infatti, rappresenta una delle principali cause di distrazione ed è alla base di tanti incidenti stradali. «Parlare al telefono, o ancora peggio, consultare o scrivere messaggi con il cellulare mentre si è al volante – spiegano gli operatori della Polizia municipale – è diventato un comportamento sempre più frequente tra gli automobilisti. Ma bastano pochi secondi di distrazione dalla guida per perdere il controllo del veicolo o non essere in grado di evitare un ostacolo improvviso». Secondo il Codacons «almeno 3 su 4 incidenti stradali sono causati da distrazione del conducente alla guida, e tra questi più del 50% sono dovuti all’ utilizzo di un telefono cellulare». «I dati – dice l’ associazione – sono preoccupanti, e tale tipologia di incidenti stradali è in costante aumento negli ultimi anni. Serve un intervento normativo mirato in merito. Uno dei punti sui quali attualmente il Governo sta discutendo è l’ introduzione della possibilità di ritiro della patente per chi usa il telefonino quando guida». Per il Codacons questo intervento è assolutamente necessario. «I dati sono preoccupanti e c’ è in gioco la salute e la sicurezza delle persone, deve esserci un intervento del Governo forte e deciso, per reprimere questa brutta abitudine. Attualmente il ritiro della patente avviene solo per i recidivi, non è sufficiente». Intanto riparte anche quest’ anno la campagna nazionale ‘Vacanze coi Fiocchi’, promossa dall’ Osservatorio per l’ educazione alla sicurezza stradale regionale e dal Centro Antartide. La diciottesima edizione si concentra sull’ invito ad andare più piano sulle strade delle vacanze e a concedersi viaggi più rilassanti e sicuri.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox