1 giugno 2018

Al pensionato venduti titoli spazzatura, la banca dovrà risarcirlo con gli interessi

 

Al pensionato venduti titoli spazzatura, la banca dovrà risarcirlo con gli interessiA ll’ uomo erano stati venduti titoli spazzatura come bond argentini e titoli Cirio e Parmalat, il Tribunale civile di Cagliari ha condannato l’ istituto di credito a restituire il denaro investito e gli interessi dal momento della sottoscrizione ritenendo nulli i vari contratti d’ acquisto dei titoli per l’ assenza della sottoscrizione del contratto quadro.di Antonio PalmaQuando aveva deciso di investire qualche soldo in prodotti finanziari non sapeva che in realtà le operazioni che gli stavano facendo fare erano ad altissimo rischio tanto che di lì a poco ha visto sfumare tutti i risparmi di una vita. Per questo un pensionato sardo sarà ora rimborsato dalla banca con cui aveva stipulato il contratto e che gli ha venduto bond argentini e titoli Cirio e Parmalat. Come spiega il Codacons che ha patrocinato la sua causa, il Tribunale civile di Cagliari infatti ha accolto il ricorso e ora la banca dovrà restituire al cliente i soldi dell’ investimento più gli interessi per un totale di circa 25 mila euro.”Negli anni 2000 – ricostruisce il Codacons – il risparmiatore aveva riposto la propria fiducia in questi prodotti, veri e propri titoli spazzatura, che hanno fatto perdere a migliaia di piccoli investitori tutti i propri risparmi. Nessuno aveva avvisato l’ utente della rischiosità di tali titoli, venduti senza la sottoscrizione del contratto quadro, cioè senza nessuna profilatura del cliente”, per questo il giudice, dopo cinque anni di processo, oggi ha dato ragione al pensionato e all’ associazione dei consumatori, ritenendo nullo quel contratto d’ acquisto dei titoli a rischio e condannando l’ istituto di credito a restituire il denaro investito e gli interessi dal momento della sottoscrizione. Si tratta di una decisione di primo grado che la banca potrebbe decidere di impugnare in appello.