15 Marzo 2011

Aiazzone nella bufera: inchiesta per truffa “Non pagate …

CONEGLIANO – Un’ inchiesta per truffa nei confronti del legale rappresentante e un primo spiraglio da parte di Fiditalia, la finanziaria che gestiva l’ erogazione del credito ai clienti: «Non pagate le rate» . Giunge a una svolta il caso Aiazzone, la nota catena di negozi di arredamento (lo slogan «provare per credere» divenne un tormentone a partire dagli anni Ottanta) finita nella bufera dopo la chiusura di tutti e 40 i punti vendita e la mancata consegna di mobili già pagati, in tutto o in parte, dalla clientela. La procura di Torino si è mossa dopo le denunce presentate ai carabinieri. Una nuova tegola sugli imprenditori Renato Semeraro e Gian Mauro Borsano, travolti dallo scandalo, da centinaia di segnalazioni alle associazioni dei consumatori (fra cui l’ Adico di Venezia, che ha raccolto oltre 400 denunce relative al solo negozio di Conegliano, l’ unico del Veneto) e dai servizi televisivi delle Iene. Uno spiraglio, comunque, si apre per coloro che stavano rimborsando i finanziamenti: «Possono smettere di pagare le rate -ha dichiarato al Tg5 Tiziana Sorriento, vice presidente del Codacons -, Fiditalia si è detta disposta ad aprire un tavolo di discussione» .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox