5 Maggio 2019

Ai pazienti una guida per riconoscere le truffe

Tutelare il cittadino: questo uno degli obiettivi primari dell’ albo odontoiatri dell’ Ordine dei medici di Catanzaro. In occasione dell’ apertura del corso di aggiornamento, “Gli odontoiatri al servizio delle famiglie”, svoltosi nella sede dell’ Ordine dei medici di Catanzaro, è stato siglato un significativo accordo tra l’ Albo odontoiatri e il Codacons. «Stiamo cercando di realizzare – ha affermato il presidente dell’ Albo odontoiatri di Catanzaro, Salvatore De Filippo – una fitta rete sul territorio per difendere i pazienti da truffe e pubblicità ingannevoli e aggressive. I nostri assistiti devono sentirsi tutelati e non smarriti». «I casi di cronaca sono sotto gli occhi di tutti – ha sottolineato Francesco Di Lieto, vice presidente nazionale Codacons -. Grandi catene che operano come centri commerciali e chiudono in un batter d’ occhio, lasciando i cittadini a combattere con le rate di un finanziamento acceso per delle cure che non avranno mai. Grazie alla collaborazione con l’ Ordine ci sarà un manuale sintetico per indicare agli utenti come uscir fuori, in modo indolore, da queste situazioni». Presente anche l’ Andi, associazione nazionale dentisti italiani, il cui presidente della sezione di Catanzaro, Enrico Cataneo, ha sottolineato il sostegno all’ iniziativa da parte del sindacato: «Molte volte la terapia migliore non è quella più costosa o più economica; l’ intervento va individualizzato e sotto la guida di un professionista corretto occorre scegliere l’ azione migliore per il paziente». Il corso di aggiornamento è stato aperto dal presidente dell’ Ordine dei medici di Catanzaro, Vincenzo Ciconte. Nicola Grande, professore di Edodonzia all’ Università Magna Græcia e all’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, ha relazionato su “La gestione dei casi complessi in edodonzia”. Promossa una reteper difendere gli utentida falsi professionisti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox