30 Novembre 2018

Ai cittadini non va giù «Una decisione ingiusta»

Strisce blu, “avanti tutta”. Il Tar non ha dato ragione a commercianti e residenti che per settimane, grazie all’ impegno del Codacons, avevano sperato in una sentenza diversa e meno “cara” per le loro tasche. Quello dei parcheggi a pagamento è …
«San Leonardo – hanno affermato i titolari di alcuni bar della zona – è una delle poche vie che, tra alti e bassi, riesce a mantenere alta la media del centro, tra attività commerciali e passeggio, ma diventa difficile incrementare l’ afflusso se continuiamo a tassare i cittadini che scelgono di trascorrere qualche ora fuori anche solo nell’ orario dell’ aperitivo». Il ticket del parcheggio non va giù neppure ai residenti che sperano in un cambiamento di rotta da parte dell’ amministrazione ancora prima di arrivare al giudizio davanti al Tar. «Il nostro quartiere è vivo e giovane – hanno affermato – speravamo che il sindaco Abramo e la sua giunta ci ripensassero e, invece, anche il Tar ha dato loro ragione. Speriamo – hanno aggiunto – sia così severo anche con coloro che sporcano queste vie, così da dare un senso e un valore al ticket che ci impongono di pagare ormai da qualche mese». Un biglietto, che dovrebbe essere di un euro ogni sessanta minuti, e che farà comunque ancora discutere, nonostante la sentenza dei giudici della seconda sezione del Tar e la scelta dell’ amministrazione di Palazzo De Nobili di non voler tracciare di blu tutte le vie parallele ai “Giardini”. Un atto che qualcuno definisce, tra il serio e il faceto, come “bonario” ma che, alla fine, regala almeno un po’ di respiro ai tanti abitanti della zona e a quanti, tra bar, banche e negozi popolano il quartiere ogni giorno. Abramo: contro di noiattacchi strumentali «Confermate la legittimità e ragionevolezza di soluzioni volte a rispondere alle esigenze di residenti e commercianti». Così il sindaco Abramo. «La rimodulazione – ha proseguito – mira anche a incentivare l’ afflusso nel centro storico, riducendo del 50% il costo dei ticket su corso Mazzini». I provvedimenti, ha spiegato, «avevano incontrato condivisione da parte dei capigruppo. Il Tar ha confermato la fondatezza dell’ operato del Comune a fronte di attacchi strumentali e ingiustificati da parte dell’ opposizione». Esercenti preoccupatiper i possibili risvoltisulle loro attività.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox