fbpx
10 Maggio 2006

AGRIGENTO: DONNA MUORE DOPO ANESTESIA PER CISTI AL BRACCIO

    IL CODACONS: LE PROCURE SICILIANE AVVIINO INDAGINE UNIFICATA SU TUTTI I CASI DI MALASANITA? NELLA REGIONE SERVE CAPIRE SE C?E? UN FILO CONDUTTORE CHE LEGA QUESTE MORTI IN OSPEDALE ED EVENTUALI RESPONSABILITA? PER OMESSI CONTROLLI









    L?ennesimo caso di malasanità in Sicilia, con la morte di una donna ad Agrigento, ricoverata per asportare una banalissima cisti, è la goccia che fa traboccare il vaso e che getta ombre inquietanti sulla sanità in Regione.

    Lo afferma il Segretario nazionale Codacons Francesco Tanasi, che aggiunge: Chiediamo a tutte le Procure della Repubblica siciliane di unificare tutte le inchieste in corso sui casi di malasanità in regione, per capire se c?è un filo conduttore comune che lega i casi di morti ingiustificate in ospedale, eccessivamente numerose nell?ultimo anno. Bisogna inoltre verificare ? conclude Tanasi ? le responsabilità a livello di controlli e vigilanza sulle strutture sanitarie pubbliche, per capire dove sono le falle che danneggiano l?utenza.



    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox