23 Settembre 2010

AGRICOLTURA: FOGGIA, PROTESTA COLDIRETTI CONTRO FRODI E SPECULAZIONI SU POMODORO

      SALCUNI, NEL PASSAGGIO A PASSATA PREZZO RINCARA DI 20 VOLTE

Bari, 23 set. (Adnkronos) – A distanza di quattro anni dalla

grande giornata nazionale celebrata a Bari in occasione dell’entrata

in vigore il 15 giugno 2006 del Decreto ministeriale relativo

all’indicazione obbligatoria in etichetta dell’origine della passata

di pomodoro, la Coldiretti Puglia torna in piazza con il ‘Pomodoro

Day’. Oggi a Foggia si e’ svolta una iniziativa di protesta degli

imprenditori agricoli contro le frodi e le speculazioni al fianco

delle associazioni dei consumatori aderenti a Casper – Comitato contro

le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa

del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori).

 

      Nel passaggio da pomodoro a passata, quindi dal campo alla

tavola, il prezzo rincara di quasi venti volte (+1.733 per cento) con

il prezioso ortaggio pagato a volte appena 5 centesimi al chilo agli

agricoltori. ”Quest’anno il pomodoro e’ stato pagato – denuncia il

presidente della Coldiretti Puglia, Pietro Salcuni – in campagna fino

al 29 per cento in meno rispetto allo scorso anno. Dopo le prime

forniture di prodotto abbiamo riscontrato un comportamento vessatorio

delle industrie, che sono arrivate a non ritirare finanche il 50% del

prodotto, disattendendo di fatto il contratto. I trasformatori stanno

sistematicamente e strumentalmente deprezzando il pomodoro pugliese,

come se fosse di scarto, riconoscendo scarsi 60 euro a tonnellata a

fronte degli 80 per il pomodoro lungo e altrettanto scarsi 40 euro a

tonnellata a fronte dei 70 pattuiti per il pomodoro tondo”.

 

      ”Oggi, in una situazione di assoluta emergenza – prosegue – e’

fondamentale individuare e predisporre tutte le misure e le forme che

riescano ad assicurare un sostegno adeguato al reddito dei

coltivatori, oltre ai controlli per garantire assoluta trasparenza

all’interno dell’intera filiera, rispetto ad una campagna del pomodoro

decisamente da dimenticare’
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox