8 Settembre 2016

Agosto da record per il Marconi Il 22 è stato il giorno con più viaggiatori

Agosto da record per il Marconi Il 22 è stato il giorno con più viaggiatori

Arrivi e partenze da record per il Marconi ad agosto: oltre 770 mila i passeggeri, ben 28 mila nella sola giornata di lunedì 22 agosto. Le mete preferite? Londra, Catania e Parigi, mentre crescono Mosca e Copenaghen, e si conferma Dubai. Un trend positivo per lo scalo che registra una crescita del 9,9% rispetto allo stesso mese di agosto nel 2015. A lanciare la volata alle cifre da record del Marconi ci sono i voli nazionali che registrano una crescita 14, 6% con 182.726 passeggeri, mentre i voli internazionali aumentano dell’ 8,5%, con 591.560 passeggeri. Nella classifica delle mete preferite, i tre aeroporti di Londra si collocano al primo posto davanti alla meta siciliana di Catania e agli scali di Parigi. A seguire la spagnola Barcellona con El Prat, Francoforte, Palermo, Casablanca, Bucarest, Madrid e Cagliari. Crescono i passeggeri per Mosca e Copenaghen, mantiene i buoni risultati Dubai. Ma non solo c’ è chi arriva e chi parte al Marconi. Oltre ai viaggiatori in carne e ossa, l’ aeroporto bolognese ha registrato percentuali in crescita anche per quanto riguarda le merci trasportate: un più 25,5% che corrisponde a 2.089 tonnellate. Il dato da record di agosto sommato ai precedenti sette mesi dell’ anno fa raggiungere al Marconi i cinque milioni di passeggeri (5.141.688), il 12, 6% in più rispetto ai primi 8 mesi del 2015. Per quanto riguarda i movimenti aerei da gennaio fino ad agosto sono stati 43.814 (più 9,9%) e le merci trasportate 24.173 tonnellate ( più 24,5%). Invece, per quanto riguarda i disagi provocati dal blocco dei voli di domenica scorsa, con la pista chiusa nel pomeriggio dalle 15.30 alle 20.00, il Codacons ha invitato i passeggeri danneggiati ad attivare una richiesta di risarcimento danni. Esisterebbero tutti gli estremi per il ricorso. «Ogni passeggero – spiega il Codacons – paga le tasse aeroportuali e così matura un diritto al risarcimento del danno che derivi da qualsiasi disfunzione dello scalo, sia causata da una cattiva gestione dello stesso che da una situazione causata da un soggetto terzo, come nel caso dell’ aereo della compagnia aerea low cost Pegasus in arrivo da Istanbul». La società aeroportuale, precisa l’ associazione dei consumatori, sarà tenuta al risarcimento del danno potendosi poi rifare sulla compagnia aerea che ha provocato il danno alla pista di atterraggio.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox